#COWT11, FINALE DI STAGIONE (Cerimonia di chiusura)

Trigger Warning - clicca se vuoi sapere il perché prima di continuare

Warning: Twincest

“Tutto ciò è molto carino…” dice Celes, vagamente interdetto, mentre osserva i suoi figli che restano in piedi davanti a lui, vagamente imbarazzati, vagamente confusi, le mani strette e le dita intrecciate, “Cioè, non voglio dire di non essere felice, sono molto contento, invece, che vi siate trovati.”

“Assolutamente, assolutamente!” commenta Langley con entusiasmo, volteggiando alle spalle dei gemelli e cingendoli in un tenero abbraccio paterno, “E chiaramente non c’è nessun tipo di pregiudizio da parte nostra nei confronti delle relazioni romantiche tra fratelli.”

“Ci mancherebbe altro,” Shannen inarca un sopracciglio, “L’incesto è il pilastro su cui si fonda l’intera società di Tanit.”

Leggi tutto “#COWT11, FINALE DI STAGIONE (Cerimonia di chiusura)”

#COWT11, SETTIMA… SETTIMANA? (termina mercoledì 31/03 alle 20:00)

Trigger Warning - clicca se vuoi sapere il perché prima di continuare

Warning: Twincest

“Ah, mi fa proprio piacere trovarvi tutti qui,” Celes fa il proprio ingresso in giardino, e si dirige speditamente verso il tavolino quadrato sul quale Meridian e Fabian giocano a scacchi, silenziosamente giudicati da Calico, che li osserva con le braccia incrociate sul petto. L’armatura leggera di rappresentanza che indossa brilla sotto la luce del sole, brilla solo un po’ meno del suo sorriso. “Come va la partita?”

“Fabian vince,” commenta Calico seccamente, gli occhi che non si scollano dalla scacchiera, “Come al solito.”

Celes ride divertito. Con una mano accarezza la spalla lasciata nuda dall’ampia maglia smanicata del figlio, mentre con l’altra scivola tra le lunghe ciocche ribelli della figlia, raccolte in trecce disordinate aperte sulle punte. “Mia Stella, gli scacchi non sono il tuo gioco,” dice, “Non sei abbastanza riflessiva.”

“Sono estremamente riflessiva, papà,” borbotta lei.

“Certo,” Fabian inarca un sopracciglio, muovendo la Torre e mangiandole un Alfiere, “Fosse stato per te a questo punto saresti andata a letto con metà del Parlamento.”

“Ma avrei di certo ottenuto il risultato sperato!” protesta lei con un broncio, “Avessimo ascoltato te staremmo ancora a intabellare dati, e la legge non sarebbe mai passata.”

Celes scuote il capo. “Meno male, allora, che zio Calico si prende cura di entrambi, impedendo a te, mia Stella, di distribuire le tue grazie con eccessiva generosità, e a te, mio Cielo, di restare intrappolato nei tuoi taccuini.” Solleva gli occhi sul fratello e, silenziosamente, lo ringrazia, mentre Calico gli risponde con un breve cenno del capo ed un ancor più breve accenno di sorriso. “Sapendo che c’è lui a supportarvi, mi sento meno in colpa riguardo a ciò che sto per dirvi.”

Ancora una volta, Calico solleva lo sguardo sul fratello, inarcando un sopracciglio. “Parti?” chiede, “Finalmente. Saranno mesi che non vai in giro per il Polyverso a fare il tuo dovere.”

“Davvero?!” Meridian guarda il padre con occhi improvvisamente carichi di entusiasmo, “Mi porti con te?” Non apprezza particolarmente il ruolo che il padre assume quando visita le Lande del Polyverso, odia l’idea della guerra, odia che la Veggente, dovunque vada, debba sempre essere causa di una guerra. Ma visitare Lande sconosciute, incontrarne i popoli, apprendere i loro usi e costumi, godere del loro cibo e delle loro arti è un’attività che adora, non smetterebbe mai.

Celes però ride, scuotendo il capo. “No, mia Stella. Non vado proprio da nessuna parte. Sarai tu a partire.”

Fabian, con l’Alfiere di Meridian ancora in mano, fissa il padre con occhi che grondano panico. “Cosa…?”

“È giunto il momento che tu prenda il tuo posto nella famiglia, Meridian,” sorride Celes con sicurezza, “Sei grande abbastanza, ed io non ho più la forza né la voglia di sottopormi ancora ad un ruolo che ricopro da ben più tempo di quanto non fosse previsto. Assumerò la Reggenza di Tanit, così che tu possa indossare il Cristallo delle Lande al mio posto e diventare, finalmente, la Veggente.”

Meridian scatta in piedi, il movimento brusco la porta a rovesciare tutte le pedine, scompaginando i complicati schemi che Fabian le aveva intessuto attorno. “No!” urla scuotendo il capo, i lunghi capelli biondi che le solleticano fastidiosamente le scapole lasciate nude dal vestitino allacciato attorno al collo, “No, è troppo presto! È troppo— sarebbe troppo presto anche tra duemila anni! Non voglio!”

“Mia Stella!” Celes fa un passo indietro, stupito dalla sua reazione violenta, mentre Calico inarca un sopracciglio ed osserva la situazione.

“Meri…” Fabian cerca di placarla, allungandosi a sfiorarle un braccio con la punta delle dita. Lei, però, scatta all’indietro come se lui fosse composto interamente di fiamme.

“No!” ribadisce, voltandosi a guardare il fratello, “Sei— Sei tu quello ragionevole, no? Io sono irrazionale, sono pazza! Mi sarei fatta tutto il Parlamento se me l’aveste lasciato fare, no? Non è quello che hai detto prima? Come posso assumere un ruolo simile?!”

“Ma tesoro…” anche Celes prova a tranquillizzarla, “Quello della Veggente è un ruolo complesso, sono tanti i talenti necessari per ricoprirlo, anche tu puoi certamente—”

“No! È Fabian quello a cui importa di queste cose, io— papà, io non voglio!”

“Meridian!” è Fabian, stavolta, ad alzare la voce, sbattendo una mano contro il tavolino di pietra, “Smettila! È— È il tuo destino, come fai a non capirlo?!” Il solo pensiero di vederla partire gli spezza il cuore, ma non può pensare, sebbene più volte in segreto l’abbia desiderato, di rubarle un posto che percepisce come suo di diritto.

“Il mio destino? E chi lo decide il mio destino, io stessa o— o un vecchio libro polveroso?”

“Meridian, il Libro delle Leggi non è—”

“O forse tu?” lo interrompe lei, il fuoco negli occhi, “Che non sei in grado di decidere nemmeno il tuo?”

“Adesso calmatevi.” A intervenire, stavolta, è Calico, che con freddezza riporta i toni della discussione su livelli più accettabili. “Tu, veramente, non hai proprio il senso delle proporzioni,” borbotta, rivolgendosi al fratello, “Ti presenti qui e lanci questa bomba incredibile su questi due ragazzini palesemente impreparati alla vita, ma dico, come ti viene in mente?” Sospirando, torna a guardare Meridian. “Rilassati, principessa. Non devi dire sì adesso. Prenditi qualche ora, riflettici. Studia, se devi, male di certo non ti farà. Ricorda che diventare una Veggente non è una condanna, ma è una responsabilità. Come tale, puoi assumerla solo se ci credi.”

Meridian si morde la lingua per non parlare, e per nascondere le lacrime di frustrazione e rabbia che le pizzicano gli occhi. Lancia un ultimo sguardo al fratello, poi si volta e scappa. Studia, se devi, sente Calico ripetere nella sua testa, e quindi è da Regis che corre, l’unico maestro che abbia mai avuto.

Lui non l’aspettava, ma quando la guarda in viso l’accoglie senza una parola in casa propria. La fa accomodare sul divano e, invece di sedersi sulla poltrona di fronte a lei, come spesso fa per mantenere le distanze, si siede al suo fianco. Le sorride e si allunga a ravviarle una ciocca di capelli dietro un orecchio, sfiorandolo con le dita, riempiendola di brividi. “Coraggio, stellina,” le dice quindi, “Parlami.”

E lei parla, gli dice tutto. Gli dice che non vuole causare guerre, non vuole sobbarcarsi sulle spalle il destino dei popoli delle Lande. Che ha a cuore il benessere di tutti, vorrebbe essere in grado di sentirsi responsabile per ogni cosa, come suo padre, ma non ci riesce. Non vuole.

Regis le sorride. “E dimmi, allora, cos’è che vuoi?”

Lei lo guarda, le sue labbra rispondono “Te.” Nella sua mente, però, affiora un altro volto. Sottili capelli biondi. Un sorriso insicuro. Occhi turchesi incapaci di esprimere sentimenti di odio. Si copre il volto con le mani. “Fabian,” mormora. E poi ancora, “Che disastro.”

Regis ride piano, se la stringe contro in un abbraccio che per la prima volta Meridian percepisce come un invito. “Stellina, io ci sarò sempre, per te,” le sussurra sulla pelle, sfiorandole la fronte con le labbra, “Ma sei una bimba grande, e sei una bimba forte. Quello che vuoi puoi prendertelo. Non accontentarti delle briciole.” Le offre un sorriso caldo. “Io sarei le briciole. Puoi venire a mangiarmi per toglierti uno sfizio. Ma consuma prima la pietanza principale. Te lo devi.”

*
 

Quando apre la porta e trova Fabian ad attenderlo oltre l’uscio, per un secondo Regis non sa cosa aspettarsi. Meridian ha ormai smesso di essere un mistero, per lui, ormai da tempo, ma Fabian è un’incognita che non è ancora riuscito a classificare. C’è una tale forza che gli scorre come elettricità sottopelle, eppure non se ne rende conto, ed anche se lo comprendesse Regis ha l’impressione che non saprebbe come usarla. Vorrebbe essere stato in grado di insegnarglielo fin da quando era bambino, ma quella forza che adesso sembra così palese Fabian ha sempre cercato di nasconderla, e Regis ha erroneamente sempre creduto che non ci fosse.

“La stai cercando?” gli chiede con un sorriso intenerito.

Fuori ha cominciato a piovere, quasi le condizioni meteorologiche su Tanit ci tenessero ad offrire ai gemelli un contraltare adatto per le loro emozioni intorbidite dalla tristezza e dalla rabbia, e Fabian, bagnato come un pulcino, tira su col naso ed annuisce.

“Non è più qui da un po’,” dice Regis, scostandosi dalla porta d’ingresso, “Vieni dentro, ti aiuto a scaldarti.”

“Sì, certo,” borbotta il ragazzo, guardandosi i piedi, “Come hai aiutato lei?”

Regis si interrompe a metà del movimento, riportando gli occhi su di lui. “È gelosia quella che percepisco, principe Fabian?”

Fabian potrebbe mentire, ma saggiamente sceglie di non farlo. Sospira, invece, e si copre gli occhi con le mani. “Che disastro,” bisbiglia.

A Regis scappa una risata. “Voi due mi farete impazzire,” sospira, “Ascoltami, Fabian. Ho bisogno che tu faccia una cosa, ed è una cosa molto importante.” Il ragazzo gli solleva un paio d’occhi da cerbiatto smarrito addosso, e Regis si impone di non fare niente che complicherebbe ulteriormente la situazione, come già più volte si è fatto carico della stessa imposizione con Meridian. “Adesso torna al Palazzo d’Estate,” dice conciliante, sfiorandogli una guancia con le dita, osservandolo non senza un certo divertimento rabbrividire sotto il suo tocco, “E cerca tua sorella. E stavolta, quando la vedi, di’ ciò che realmente pensi, non quello che pensi di dover dire.”

“Ma non posso,” quasi esplode lui, stringendo i pugni lungo i fianchi, “Lei—”

“Metti da parte ciò che pensi di sapere di Meridian, di ciò che pensa e di ciò che vuole. Credimi, tua sorella non aspetta altro che te.” Ridendo piano, lo fa girare su se stesso. Poi gli rifila una pacca sul sedere che lo fa arrossire e anche saltellare di un paio di passi sul sentiero verso casa. “Vai. Avremo modo di parlare ancora in futuro. Ma adesso non è con me che devi discutere.”

*
 

La trova sulla spiaggia, seduta sulla sabbia, mentre le onde del mare, lente e devote, le sfiorano le punte dei piedi in brevi baci bagnati. Il vento le scompiglia i capelli e le sue spalle, solitamente dritte e molto ampie, per essere quelle di una ragazza, sembrano improvvisamente fragili e piccole. Le si avvicina deglutendo e si siede accanto a lei, la sabbia che un po’ cede sotto il suo peso, facendola scivolare contro il suo fianco.

Quando si toccano, espirano entrambi, come si stessero sollevando da un peso insostenibile. “Sono stato da Regis,” comincia lui, “Mi ha detto di cercarti. Di dirti ciò che penso.”

“Non mi aspetto tu lo faccia,” risponde lei, tristemente, “Non hai mai il coraggio di parlarmi. Non— non mi dici mai niente, mi tratti come se volessi proteggermi e allo stesso tempo come se volessi proteggere te stesso da me. Ma io non ho mai voluto farti male.”

“Lo so.”

“Ti ho mai fatto male in passato?”

“Non consapevolmente.”

“E allora—”

“Meri,” lui la interrompe con voce rotta, e si volta a guardarla. Le stringe i polsi fra le dita e tra i loro corpi passa un’onda di potere che li lascia entrambi storditi. Erano una cosa sola prima di nascere, e solo quando tornano ad esserlo, anche solo per brevi istanti, il potere della loro famiglia scorre libero e pieno dentro di loro. “Non sono in grado di parlarti,” ammette, “Non riesco— mi si annoda la lingua, ho paura di tutto. Delle tue reazioni, di un tuo rifiuto. Il solo pensiero mi terrorizza. Quindi, per favore, permettimi di non dirti niente.”

“Ma come posso fare a sapere ciò che pensi se non mi parli?!” insiste lei, con le lacrime agli occhi.

Fabian inspira ed espira profondamente, il petto che si solleva e poi torna ad abbassarsi con le onde del mare. “Così,” sussurra sulle labbra di sua sorella, un attimo prima di baciarla.

Regolamento & FAQ – Post Settimanali – Andamento settimanale – Masterlist – Simulatore PM

COWTanza delle Lande Unite! Anche questa settimana la giostra ha mandato molti fuori di testa, ma il risultato non è cambiato: seppur non di molto, la sesta settimana è stata appannaggio del Team Calico, che ora ha molti parlamentari a libro paga. Riuscirà a difendere il vantaggio fin qui conquistato o una delle altre due squadre, come talvolta accaduto in questi anni, farà il colpo gobbo? YOU DECIDE!

Vi ricordiamo che questa “settimana”, come di consueto per i finali del COWT, termina mercoledì 31 alle 20:00. E vi ricordiamo anche di riportare il prompt utilizzato nel fanwork e/o nelle note allo stesso!

Ecco la classifica parziale:

Calico – 144 Voti
Fabian – 131 Voti
Meridian – 130 Voti

Reminder utili:

  • il regolamento lo trovate a questo link, e dovete leggerlo molto bene;
  • la composizione delle squadre la trovate a questo link;
  • le vostre chat di squadra sono su Slack;
  • la pagina per monitorare l’andamento delle squadre la troverete a questo link;
  • il form di LDF permetterà la segnalazione dei fanwork a partire dall’annuncio in Taverna;
  • la masterlist delle storie sarà aggiornata al termine di ogni settimana;
  • il contaparole ufficiale di LDF è l’unico strumento valido per misurare le vostre storie, e lo trovate a questo link.

Ma bando alle ciance e scopriamo quali sono le limitazioni, le missioni e i prompt di questa settimana!

DISCUSSIONE DELL’ORDINE DEL GIORNO
COME PROCEDERÀ LA TRAMA?

Meridian è la nuova Veggente designata, in base alle Leggi di Tanit e alla Profezia. Quale sarà la sua decisione?

ACCETTARE CONTRO I SUOI DESIDERI PER IL BENE SUPREMO: “Non c’è nessuno che ami più del mio popolo… un paio di persone mi sono più care al cuore, ma il senso di colpa che proverei nello scegliere una di loro piuttosto che il mio destino sarebbe a lungo andare insopportabile. Famiglia adorata, perdonatemi, ma non posso abbandonare il mio posto.”

RIFIUTARE L’IMPOSIZIONE E GETTARE IL REGNO NEL CAOS: “Non c’è nessuno che ami più del mio popolo… ma non posso sottomettermi a un ruolo che non ricoprirei né con la dovuta serietà, né con un potere di cui non dispongo. Famiglia adorata, perdonatemi, ma preferisco l’esilio all’eterna prigione.” 

All’interno di ciascuna chat di squadra, vengono conteggiati i favorevoli, i contrari e gli astenuti, e si decide cosa vuole la maggioranza; tale decisione va comunicata entro le 18:00 di venerdì 26/3 all’amministratore presente in squadra. Si terrà conto della sola scelta della squadra vincitrice della settimana.

LIMITAZIONI DELLA SETTIMA SETTIMANA

FIC:  Potete sforare i limiti massimi indicati per ciascuna missione, ma l’eccedenza non sarà conteggiata per il gioco.

ARTIl limite di art è fissato a otto per ciascun artista, con qualsiasi distribuzione tra le varie missioni. Nel campo “parole”, segnalerete i seguenti punteggi:

  1. lineart (disegno tradizionale o digitale, non sketch, ripassato nelle sue linee principali e ripulito di bozze e tratti di lavorazione): 1000 parole
  2. art colorata (disegno tradizionale o digitale, rifinito e completamente colorato, anche in sfumature di bianco e nero): 2000 parole
BONUS E TALENTI DELLA SETTIMA SETTIMANA

A seguito dei ritiri avvenuti finora, i team Calico e Fabian ricevono un bonus del 7%, il team Meridian del 10%.

Sono disponibili i seguenti Talenti permanenti, usabili una volta sola ogni settimana:

  • 1x Orologista: sposta un Talento da un giocatore a un altro.
  • 1x Zelante: dimezza i requisiti di PC e fill di una specifica missione.

L’assegnazione dei Talenti va comunicata entro le 18:00 di venerdì 26/3 all’amministratore presente in squadra, e il destinatario dei Talenti deve attendere un riscontro da parte dell’amministrazione prima di segnalare.

È previsto un bonus Rapidità:

  • se il fanwork viene pubblicato entro mercoledì 24/3, il suo valore in parole aumenta del 20%;
  • se il fanwork viene pubblicato entro domenica 28/3, il suo valore in parole aumenta del 15%;
  • se il fanwork viene pubblicato lunedì 29/3, il suo valore in parole aumenta del 10%;
  • se il fanwork viene pubblicato martedì 30/3, il suo valore in parole aumenta del 5%.
ARTICOLO 1 (5 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
500 PC –  DA 500 A 10.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 500 PC con fanwork e/o capitoli con un minimo di 500 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati al prompt litigio.

Oltre al prompt, è necessario che la storia inizi, o che nel disegno sia riportata, una di queste battute introduttive (è ovviamente permesso tradurre le battute in italiano). Nessuna battuta può essere utilizzata più di una volta dalla stessa squadra, pena l’azzeramento dei PC ottenuti da tutta la squadra in questa missione.

  1. “Are you even listening to me?”
  2. “Leave. Leave right now.”
  3. “What more do you want?!”
  4. “I really wish you were never born.”
  5. “I hate you!”
  6. “Can you just fuck off already?”
  7. “Shut up! Just… shut up!”
  8. “All you do is whine.”
  9. “What the hell is wrong with you?!”
  10. “I can’t do this anymore. Not with you.”
  11. “How did that feel?”
  12. “Oh my God, I don’t care!”
  13. “No wonder nobody likes you.”
  14. “Is this how little you think of me?”
  15. “That hurt, you son of a bitch…”
  16. “Pack your shit and go. Get the fuck out of my sight!”
  17. “Leave me alone!”
  18. “I can break your nose if I want to!”
  19. “Are you going to cry now?”
  20. “I wouldn’t miss you, nobody would.
  21. “You’re so pathetic!”
  22. “I won’t forget this.”
  23. “I’m going to break your jaw if you keep talking!”
  24. “Why can’t you listen to a single thing I say?”
  25. “I have a right to be angry.”
  26. “This would have never happened if you wouldn’t exist.”
  27. “Get out of my life!”
  28. “You’re nothing! Did you hear me? Nothing!”
  29. “You ruined everything.”

Completando questa missione si riceveranno 5 Voti.

ARTICOLO 2A (5 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
400 PC – DA 500 A 10.000 PAROLE

La prima parte dell’articolo è approvata accumulando almeno 400 PC con fanwork e/o capitoli con un minimo di 500 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati al prompt COWT!verse – “undicesima edizione”.

ARTICOLO 2B (5 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
200 PC – DA 500 A 10.000 PAROLE

La seconda parte dell’articolo è approvata accumulando almeno 200 PC con fanwork e/o capitoli con un minimo di 500 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati al prompt COWT!verse – “dalla prima alla decima edizione, comprese creazioni originali (vostri personaggi originali nell’universo del COWT)”.

Per COWT!verse si intende l’universo creato dalle diverse edizioni del COWT.

La missione è completa solo completando entrambe le parti; completando questa missione si riceveranno 10 Voti.

ARTICOLO 3 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
5 FILL – DA 500 A 8.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 5 tra fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 8.000 parole per le fic, ambientati in uno dei luoghi-prompt qui presenti.

Potete ambientare la storia basandovi sul luogo ritratto nella foto o in un luogo simile (per esempio, vanno bene sia scale normali di qualsiasi tipo che scale mobili). Devono essere fillati almeno quattro prompt diversi da ciascuna squadra.

  • Fermata del bus deserta: visual
  • Scale: visual
  • Terminal dell’aeroporto all’alba: visual
  • Scuola durante le vacanze: visual
  • Parcheggio vuoto: visual
  • Hall/corridoio di albergo a tarda notte: visual
  • Galleria d’arte senza visitatori: visual
  • Faro abbandonato: visual

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 4 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
5 FILL – DA 500 A 8.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 5 tra fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 8.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt qui presenti.

Il prompt scelto è liberamente interpretabile. Devono essere fillati almeno quattro prompt diversi da ciascuna squadra.

  • Ti porterò in paradiso
  • Ti seguirò all’inferno
  • Fintantoché siamo insieme, non importa se finiamo in paradiso o all’inferno
  • Io finirò all’inferno, ma voglio che tu vada in paradiso
  • Tu va’ all’inferno, io andrò in paradiso
  • Se vai all’inferno, mi sporcherò le mani pur di stare con te
  • Il paradiso senza di te non ha senso

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 5 (5 VOTI)
 DIVERSA PER CIASCUNA SQUADRA
1000 PC – DA 500 A 10.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1000 PC con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt dei set a tema “difetti” sorteggiati per ciascuna squadra.

Uno dei personaggi protagonisti deve essere affetto dal difetto scelto. Non è necessario fillare tutti i prompt del set.

TEAM CALICO
001. Cowardice
002. Gullibility
003. Hypocrisy
004. Laziness
005. Dishonesty
006. Messiness
007. Entitlement
008. Tactlessness
009. Spitefulness
010. Defensiveness

TEAM MERIDIAN
001. Self-denial
002. Arrogance
003. Delusion
004. Prudishness
005. Pettiness
006. Vengefulness
007. Prejudice
008. Defensiveness
009. Gullibility
010. Spitefulness

TEAM FABIAN
001. Insincerity
002. Rage
003. Unfairness
004. Spitefulness
005. Cruelty
006. Paranoia
007. Self-pity
008. Selfishness
009. Gullibility
010. Defensiveness

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 6 (7 VOTI)
 DIVERSA PER CIASCUNA SQUADRA
10OO PC – DA 500 A 10.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1000 PC con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt dei set a tema “emozioni” sorteggiati per ciascuna squadra.

Non è necessario fillare tutti i prompt del set.

TEAM CALICO
001. Kenopsia: The eerie, forlorn atmosphere of a place that is usually bustling with people but is now abandoned and quiet.
002. Ellipsism: A sadness that you’ll never be able to know how history will turn out.
003. Occhiolism: The awareness of the smallness of your perspective.
004. Rubatosis: The unsettling awareness of your own heartbeat.
005. Mauerbauertraurigkeit: The inexplicable urge to push people away, even close friends who you really like.
006. Adronitis: Frustration with how long it takes to get to know someone.
007. Sonder: The realization that each passerby has a life as vivid and complex as your own.
008. Anecdoche: A conversation in which everyone is talking, but nobody is listening
009. Saudade: A deep emotional state of nostalgic or profound melancholic longing for an absent something or someone that one cares for.
010. Monachopsis: The subtle but persistent feeling of being out of place.

TEAM MERIDIAN
001. Chrysalism: The amniotic tranquility of being indoors during a thunderstorm.
002. Exulansis: The tendency to give up trying to talk about an experience because people are unable to relate to it.
003. Liberosis: The desire to care less about things.
004. Saudade: A deep emotional state of nostalgic or profound melancholic longing for an absent something or someone that one cares for.
005. Énouement: The bittersweetness of having arrived in the future, seeing how things turn out, but not being able to tell your past self.
006. Jouska: A hypothetical conversation that you compulsively play out in your head.
007. Kuebiko: A state of exhaustion inspired by acts of senseless violence.
008. Nodus Tollens: The realization that the plot of your life doesn’t make sense to you anymore.
009. Monachopsis: The subtle but persistent feeling of being out of place.
010. Anechdoche: A conversation in which everyone is talking, but nobody is listening

TEAM FABIAN
001. Opia: The ambiguous intensity of Looking someone in the eye, which can feel simultaneously invasive and vulnerable.
002. Vellichor: The strange wistfulness of used bookshops.
003. Vemödalen: The frustration of photographic something amazing when thousands of identical photos already exist.
004. Monachopsis: The subtle but persistent feeling of being out of place.
005. Rückkehrunruhe: The feeling of returning home after an immersive trip only to find it fading rapidly from your awareness.
006. Altschmerz: Weariness with the same old issues that you’ve always had – the same boring flaws and anxieties that you’ve been gnawing on for years.
007. Lachesism: The desire to be struck by disaster – to survive a plane crash, or to lose everything in a fire.
008. Onism: The frustration of being stuck in just one body, that inhabits only one place at a time.
009. Adronitis: Frustration with how long it takes to get to know someone.
010. Saudade: A deep emotional state of nostalgic or profound melancholic longing for an absent something or someone that one cares for.

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 7 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
1.000 PC – 5 FILL – DA 500 A 8.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1.000 PC e 5 fill, tra fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 8.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt del set qui presente.

Non è necessario fillare tutti i prompt del set. I prompt sono liberamente interpretabili, ed è possibile tradurli o cambiare i maschili in femminili e viceversa.

001. I am coming for all the monsters that ever touched him. I am coming for all the ones who twisted his stars into shadows. They turned him into a nightmare. So I’m going to be theirs. And they’ll never wake up.
002. ‘You can’t love someone unless you love yourself first.’ Bullshit. I never loved myself. But you, oh God, I loved you so much I forgot what hating myself felt like.
003. I think we deserve a soft epilogue, my love. We’re good people, and we’ve suffered enough.
004. I’d burn down the whole world, if it meant keeping you safe. I’d climb a mountain of charred bodies, and hold my hand out to pull you up. I’d crown myself the king of desolation, and rule with you by my side.
005. It’s a fitting punishment for a monster. To want something so much, to hold it in your arms, and know beyond a doubt you will never deserve it.
006. He wasn’t an ex-boyfriend. But he was an ex-something. An ex-maybe. An ex-almost.
007. I do believe in fate and destiny, but I also believe we are only fated to do the things that we’d choose anyway. And I’d choose you: in a hundred lifetimes, in a hundred worlds, in any version of reality, I’d find you and I’d choose you.
008. You’re both the reason my heart beats, and the reason it breaks.
009. I’m tied to the tracks. But I don’t need you to rescue me. I need you to be the train.
010. They can take everything from me. My hope, my legacy, my life. But God help them the day they come for you.
011. Maybe if I’d fucked you more and loved you less I could have left this battlefield wearing just bruises and teeth, but I’m sure that even the cavalry knows that there’s a crack in my heart and it’s been leaking your name ever since we stopped fighting this fight.
012. Soulmates aren’t the ones who make you happiest, no. They’re instead the ones who make you feel the most. Burning edges and scars and stars. Sweetness and madness and dreamlike surrender. They hurl you into the abyss. They taste like hope.
013. The moon is always jealous of the heat of the day, just as the sun always longs for something dark and deep.
014. I have not forgotten you. You’re just a memory with edges, still too sharp to touch.
015. What I’m trying to say is: you win. It’s all yours. I’m tired and I tried. I’m tired and I love you. I’m tired and I didn’t mean to.

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 8 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
800 PC –  3 FILL – DA 1.000 A 10.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 800 PC e 3 fill tra fic e/o capitoli, con un minimo di 1.000 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati al seguente tema:

La storia deve iniziare dal suo finale e poi ripercorrere gli eventi fino al finale stesso.

Per questa missione non sono ammesse art.

Completando questa missione si riceveranno 10 Voti.

DISPOSIZIONI INIZIALI E FINALI
BONUS VOTI PER LA CLASSIFICA SETTIMANALE

Il numero di Voti bonus per la Disposizione Iniziale (ex Missione Globale) è 48, più i 12 Voti ottenuti dal Gruppo Misto, per un totale di 60, più tutti i Voti ottenuti dal Gruppo Misto nel corso di questa settimana (fino a un massimo di 15).

Alle squadre saranno assegnati 40 Voti (più i Voti del Misto) in proporzione al totale dei PC segnalati, con un minimo di 15 Voti alla squadra prima classificata e di 12 per la squadra seconda classificata. Si procederà agli arrotondamenti così che ci siano almeno 2 Voti di differenza tra ciascuna squadra.

La squadra prima in classifica nel corso di questa settimana riceverà in dote anche 2/3 (due terzi) dei Voti del Gruppo Misto. Il restante terzo sarà diviso equamente tra le altre due squadre.

Alla squadra vincitrice di ciascuna missione (per numero di PC) saranno assegnati 2 Voti aggiuntivi (per un totale di 16 Voti).

Alla squadra che avrà segnalato il maggior numero di fanwork (tra tutte le missioni) saranno assegnati 4 Voti aggiuntivi.

Un ultimo sforzo. In bocca al lupo a tutti!

#COWT11, SESTA SETTIMANA (termina sabato 20/03 alle 18:00)

Fabian è chino sulle sue tabelle, intento a compilarle, sordo e cieco alle bellezze della natura che il giardino del Palazzo d’Estate gli offre. Nella sua mente continuano a riproporsi spezzoni dell’ultima, accesissima discussione parlamentare. I ricordi lo infastidiscono, perché evidenziano un problema che per la maggior parte del tempo cerca di evitare: nel momento in cui i membri del parlamento si sono rivolti a lui per ottenere un’indicazione su quale sarebbe stato un buon modo di mediare fra le posizioni ugualmente estreme di sua sorella e di zio Calico, lui non è stato in grado di rispondere alcunché. Ha proposto riunioni, comitati speciali, studi di fattibilità. Ha proposto di intervistare le alte cariche dell’esercito, esperti in cosmopolitica inter-lande, ad un certo punto ha perfino detto, in un borbottio appena udibile, che prima di offrire la sua ultima parola avrebbe preferito potersi confrontare con suo padre e con sua nonna. E di fronte al suo ennesimo tentativo di deviare le domande per non esporsi, tutti i presenti l’hanno guardato increduli, e poi, in silenzio e con rassegnazione, si sono fatti indietro per continuare a discutere delle varie opzioni fra di loro.

Alla fine, non è stata presa alcuna decisione. E forse è questo ciò che gli brucia maggiormente sottopelle, un fastidio continuo che a stento gli permette di stare fermo se non si sta concentrando intensamente su qualcosa: il suo lavoro in parlamento riflette senza modifica alcuna il modo in cui si comporta nella vita di tutti i giorni. È sempre il solito incerto, indeciso, timoroso Fabian. A corte potranno anche chiamarlo Cielo ma il cielo, contrariamente a lui, non tentenna. La sua esistenza è certa.

Anche Fabian vorrebbe essere così certo. Di qualunque cosa – o anche di una cosa qualunque. Una sola, seppur minuscola. E invece, perfino nel momento in cui gli sembrava di aver preso una decisione, non è ancora riuscito ad esprimerla. Anche quando per un secondo non è riuscito a controllarsi, per quanto sia arrivato vicino a mostrare a sua sorella ciò che realmente prova per lei, all’ultimo secondo si è tirato indietro. Come al solito.

“Finirai per dovere indossare degli occhiali,” dice Regis alle sue spalle, e Fabian raddrizza la schiena immediatamente, trattenendo il respiro per un secondo mentre si volta a guardarlo. “Bravo,” sorride l’uomo, soddisfatto, mentre gli appoggia una mano in mezzo alle scapole, “Schiena dritta. È così che ti ho insegnato a studiare, fin da piccolo.”

“Già…” Fabian distoglie lo sguardo, arrossendo appena. La mano di Regis è calda e grande. Lui non può fare a meno di immaginarla appoggiata al fianco di sua sorella, e poi, con gli occhi della mente, la vede scorrere verso l’alto, seguendo la curva morbida della sua vita, fino a raggiungere i suoi seni. Si morde la lingua. “Avrei preferito che mi insegnassi altro, onestamente. Ad esempio, come avere un’opinione.”

Regis ride, la voce morbida e piena, densa come miele. “Che novità è mai questa? Da quando hai smesso di avere opinioni?”

“Da quando non sono in grado di esprimerle.”

“Sciocchezze,” il sorriso di Regis si fa più tenero, quasi paterno, “Non avere opinioni e non essere in grado di esprimerle sono due cose ben differenti. Dovresti tenerlo a mente.”

“Sì, lo tengo a mente per farmene cosa?” sbuffa lui, infastidito, mentre si alza in piedi e, con una manata, chiude il quaderno pieno zeppo di tabelle sul quale stava lavorando, “Per continuare a tacere ogni volta che invece dovrei parlare?”

“Beh,” Regis ride ancora, “Di sicuro restando qui adesso stai perdendo un’ottima occasione per dire la tua, e proprio in un momento in cui una persona a te molto cara avrebbe invece bisogno del tuo supporto.”

Fabian aggrotta le sopracciglia, lanciandogli un’occhiata confusa. “Sarebbe a dire…?”

“Calico e Meridian ti aspettano per entrare in Parlamento. Non ricordi? Oggi si discute la mozione per includere all’interno del sistema di supporto sanitario della Tesoreria tutti coloro che intendono sottoporsi al percorso di Magia Metamorfica per la riassegnazione del sesso.”

“No!” Fabian lancia un mezzo grido frustrato, afferrando il quaderno e stringendolo al fianco mentre si lancia di corsa verso il Parlamento. Tutto preso dalle sue sciocche incertezze, dai suoi problemi personali, aveva dimenticato l’appuntamento, ed ora chissà da quanto Meridian starà litigando da sola contro quello spilorcio dello zio Calico, che prima di infilare una mano nelle casseforti della Tesoreria se la farebbe tagliare.

È piuttosto sorpreso quando invece, al suo arrivo, trova fra i due una situazione piuttosto distesa, per quanto entrambi se ne stiano pensierosi in silenzio, con le braccia incrociate sul petto.

“Che… Che succede?” chiede incerto, “Avete già litigato?”

“Che?” borbotta Calico, aggrottando le sopracciglia, “E perché mai avremmo dovuto?”

“Ho immaginato che saresti stato contrario alla mozione…”

“Per tutte le Veggenti, bimbetto che non sei altro,” sbotta Calico, roteando gli occhi, “Io sono sempre disposto a spendere, quando il motivo è valido. Ed in questo caso lo è di certo.”

“Il problema è un altro,” sospira Meridian, vagamente abbattuta. È la prima volta che Fabian la vede così. “Noi potremo anche essere tutti e tre d’accordo. Là fuori, però, non è la stessa cosa. La maggior parte dei membri del parlamento è contraria, alcuni pensano non sia affare della Tesoreria che cosa fanno i cittadini con i loro corpi, anche se si tratterebbe di un aiuto necessario. Altri ancora, poi, sono contrari alle transizioni di genere per principio… non saranno mai d’accordo.”

“Eppure, in qualche modo è necessario convincerli,” borbotta Calico.

“Beh, io avevo avuto una splendida idea!” dice Meridian, le mani sui fianchi. (Fabian, per un secondo, ci si perde sopra. Pensa alle mani di Regis, poi a sua sorella, poi a entrambi. Resta lì a distrarsi per un po’.)

“Meridian, non ti permetterò di volare di grembo in grembo come un’ape di fiore in fiore per convincere i parlamentari a votare in favore della mozione offrendo pagamenti in natura,” dice severo Calico.

“Cos—” Fabian si risveglia dal suo temporaneo stato di incoscienza e si volta verso sua sorella, arrossendo vistosamente. “Meridian! Non puoi portarti a letto tutto il Parlamento.”

“Mi stai proponendo una sfida…?”

“No!”

“Per tutte le Veggenti…” Calico grugnisce, “Lasciatemi fare a modo mio! Un po’ di pressione applicata nel punto giusto, sui soggetti giusti, e tutti ci penseranno due volte prima di votare contro.”

“Calico—no!” Fabian batte un piede contro il pavimento, alzando la voce, “Adesso basta! Ma siete scemi, tutti e due?! Ma che modo è di affrontare la questione? Dovremmo, invece, indire un referendum popolare, così sarebbe la popolazione a decidere, e—”

“E non dovresti farlo tu?” sibila Meridian, gli occhi di ghiaccio fissi in quelli di suo fratello.

“Già,” le dà man forte Calico, “Quale sarebbe il tuo modo di affrontare la questione, Fabian? Non affrontarla?”

Fabian si morde con forza le labbra, trattenendo la risposta per un secondo. Poi pensa a Regis. Non avere un’opinione, si dice, è diverso da non riuscire a esprimerla. E cercare di risolvere un conflitto è diverso da non volerlo affrontare.

“Lasciatemi provare,” dice, “Vi prometto che il referendum zittirà il parlamento una volta e per tutte.”

“Mai bene quanto potrebbe fare un bel ricatto ben direzionato.”

“O me seduta sulle loro facce.”

Con un sorriso, Fabian raddrizza le spalle. “Lo vedremo.”

Regolamento & FAQ – Post Settimanali – Andamento settimanale – Masterlist – Simulatore PM

Popolo delle Lande Unite! Questa settimana è stata una giostra di emozioni, ma il testa a testa tra Fabian e Calico ha favorito ancora una volta quest’ultimo! Riusciranno i calici a tintinnare fino alla fine o dovrà arrendersi all’assalto congiunto dei due gemelli? YOU DECIDE!

Ecco la classifica parziale:

Calico – 94 Voti
Meridian – 88 Voti
Fabian – 88 Voti

Questa settimana affrontiamo le conseguenze delle scelte di quelle passate: un gruppo di parlamentari molto conservatori, mortalmente offeso dalle vostre decisioni precedenti, ha intenzione di affossare, o comunque ostacolare in ogni modo, una delle poche proposte su cui tutti e tre i nostri protagonisti sono d’accordo. E possono riuscirci! Quello su cui non sono d’accordo i nostri eroi è il modo appropriato in cui procedere: e quello lo sceglierete voi!

Reminder utili:

  • il regolamento lo trovate a questo link, e dovete leggerlo molto bene;
  • la composizione delle squadre la trovate a questo link;
  • le vostre chat di squadra sono su Slack;
  • la pagina per monitorare l’andamento delle squadre la troverete a questo link;
  • il form di LDF permetterà la segnalazione dei fanwork a partire dalle 23:00 di oggi;
  • la masterlist delle storie sarà aggiornata al termine di ogni settimana;
  • il contaparole ufficiale di LDF è l’unico strumento valido per misurare le vostre storie, e lo trovate a questo link.

Ma bando alle ciance e scopriamo quali sono le limitazioni, le missioni e i prompt di questa settimana!

DISCUSSIONE DELL’ORDINE DEL GIORNO
COME PROCEDERÀ LA TRAMA?

Discussione privata tra i principi di Tanit e il Sommo Priore per concordare l’approccio nei confronti dei parlamentari ultraconservatori.

DIPLOMATICO (più o meno): “La Presidente Miriam dell’Airone dovrebbe essere malleabile, ma mi preoccupano i familiari di Shannen, e poi ovviamente i pari della costa orientale, ma qualche… mossa persuasiva dovrebbe bastare.” (Calico, Sommo Priore di Tanit)

EROTICO: “Non c’è cosa che non sia disposta a fare per far progredire Tanit verso un futuro migliore. Se il volere della Principessa si accorda alle necessità della nazione, ben venga. E a lungo.” (Principessa Meridian di Tanit)

DEMOCRATICO: “Il popolo è dalla parte di papà, e anche dalla nostra. Un referendum tra la gente comune zittirà quei boriosi una volta per tutte. Se fallirò, autorizzo Calico ad avvelenare chi vuole e mia sorella a concedere le sue grazie ai sopravvissuti.” (Principe Fabian di Tanit)
“Quanta generosità!” (Principessa Meridian di Tanit e Calico, Sommo Priore di Tanit, in coro)

All’interno di ciascuna chat di squadra, vengono conteggiati i favorevoli, i contrari e gli astenuti, e si decide cosa vuole la maggioranza; tale decisione va comunicata entro le 18:00 del martedì all’amministratore presente in squadra. Si terrà conto della sola scelta della squadra vincitrice della settimana.

LIMITAZIONI DELLA SESTA SETTIMANA

FIC:  Potete sforare i limiti massimi indicati per ciascuna missione, ma l’eccedenza non sarà conteggiata per il gioco.

ARTIl limite di art è fissato a sei per ciascun artista, con qualsiasi distribuzione tra le varie missioni. Nel campo “parole”, segnalerete i seguenti punteggi:

  1. lineart (disegno tradizionale o digitale, non sketch, ripassato nelle sue linee principali e ripulito di bozze e tratti di lavorazione): 1000 parole
  2. art colorata (disegno tradizionale o digitale, rifinito e completamente colorato, anche in sfumature di bianco e nero): 2000 parole
BONUS E TALENTI DELLA QUINTA SETTIMANA

A seguito dei ritiri avvenuti finora, i team Calico e Fabian ricevono un bonus del 5%.
Il team Meridian ha ricevuto dei nuovi ingressi alla fine della quinta settimana: per farli acclimatare, riceverà un bonus del 10% valido solo per questa settimana.
Questi bonus non sono applicati sul calcolo, ma appaiono esclusivamente nella pagina di riepilogo settimanale.

Ci riserviamo il diritto di cambiare queste percentuali all’inizio della settima settimana.

Sono disponibili i seguenti Talenti:

AVANZATI DALLA QUINTA SETTIMANA:

  • 1x Leader: +20% PC ottenuti a tutte le segnalazioni, ma può segnalare un solo fill per missione. (solo Team Meridian)
  • 1x Giurista: +3000 parole ai limiti massimi. (solo Team Fabian)

NUOVI

  • 1x Conciso: il limite minimo è fissato a 200 parole per tutte le missioni.

 

Sono disponibili i seguenti Talenti permanenti, usabili una volta sola ogni settimana:

  • 1x Orologista: sposta un Talento da un giocatore a un altro.
  • 1x Zelante: dimezza i requisiti di PC e fill di una specifica missione.

L’assegnazione dei Talenti va comunicata entro le 18:00 del martedì all’amministratore presente in squadra, e il destinatario dei Talenti deve attendere un riscontro da parte dell’amministrazione prima di segnalare. Ricordate che da quel momento il Talento scelto è permanente e dura fino alla fine del gioco: salvo altre disposizioni non vi si può rinunciare e non lo si può sostituire con altri.

È previsto un bonus Rapidità: se la storia viene pubblicata entro il mercoledì, il suo valore in parole aumenta del 15%; il giovedì e il venerdì, il suo valore in parole aumenta del 10%. Il sabato non ci sono variazioni.

ARTICOLO 1 (3 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
500 PC –  DA 500 A 5.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 500 PC con fanwork e/o capitoli con un minimo di 500 e un massimo di 5.000 parole per le fic, ispirati al prompt transizione. Il prompt può essere interpretato liberamente (non solo quindi la riassegnazione di genere/sesso, ma in tutti i suoi possibili significati).

Completando questa missione si riceveranno 3 Voti.

ARTICOLO 2 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
1000 PC – DA 1.000 A 10.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1.000 PC con fanwork e/o capitoli con un minimo di 1.000 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati al prompt diplomazia.

Il prompt è da intendersi in senso letterale: devono essere presenti due parti in causa contrapposte (due personaggi in lite, due fazioni di uno scontro, due eserciti in guerra) e un terzo elemento (un amico, un giudice, una missione diplomatica) che faccia da mediatore

Completando questa missione si riceveranno 5 Voti.

ARTICOLO 3 (5 VOTI)
 DIVERSA PER CIASCUNA SQUADRA
10 FILL – DA 500 A 7.500 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 10 fill con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 7.500 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt dei set a tema “Hamilton” sorteggiati per ciascuna squadra.

Non è necessario fillare tutti i prompt del set e il prompt va riportato tal quale all’interno del fanwork (all’inizio, alla fine, come citazione, nelle note etc.), ma altrimenti è liberamente interpretabile.

TEAM CALICO
001. Pray that hell or heaven lets you in.
002. My first friend, my enemy, maybe the last face I ever see.
003. I’m laughin’ in the face of casualties and sorrow, for the first time I’m thinkin’ past tomorrow.
004. And when our children tell our story, they’ll tell the story of tonight.
005. I will kill your friends and family to remind you of my love.
006. You and your words flooded my senses, your sentences left me defenseless, you built me palaces out of paragraphs, you built cathedrals.
007. I’m just sayin’, if you really loved me you would share him.
008. Legacy. What is a legacy? It’s planting seeds in a garden you never get to see.
009. I imagine death so much it feels more like a memory.
010. You’ll be back, soon you’ll see, you’ll remember you belong to me.

TEAM MERIDIAN
001. “Where are you taking me?” / “I’m about to change your life.” / “Then by all means, lead the way.”
002. When you smile you knock me out, I fall apart and I thought I was so smart.
003. There are moments that the words don’t reach, there is suffering too terrible to name.
004. It’s much harder when it’s all your call.
005. Talk less, smile more.
006. I’m a trust fund baby, you can trust me.
007. If you stand for nothing, what will you fall for?
008. “Can I buy you a drink? / “That would be nice”
009. Then you look back at me and suddenly I’m helpless.
010. Lord, show me how to say no to this, I don’t know how to say no to this.

TEAM FABIAN
001. Why do you write like you’re running out of time?
002. It’s quiet. I never liked the quiet before.
003. Let this moment be the first chapter, where you decide to stay.
004. Dying is easy, young man. Living is harder.
005. The beginning of a song someone will sing for me.
006. And there you are, an ocean away, oh, you have to live an ocean away? Thoughts of you subside, then I get another letter, I cannot put the notion away.
007. She said ‘be careful with that one, love, he will do what it takes to survive’.
008. What are the odds the gods would put us all in one spot?
009. You’ll always be adored by the things you create.
010. Love doesn’t discriminate between the sinners and the saints, it takes and it takes and it takes, and we keep loving anyway.

Completando questa missione si riceveranno 5 Voti.

ARTICOLO 4 (5 VOTI)
 DIVERSA PER CIASCUNA SQUADRA
10 FILL – DA 500 A 7.500 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 10 fill con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 7.500 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt dei set a tema “RuPaul’s Drag Race” sorteggiati per ciascuna squadra.

Non è necessario fillare tutti i prompt del set e il prompt va riportato tal quale all’interno del fanwork (all’inizio, alla fine, come citazione, nelle note etc.), ma altrimenti è liberamente interpretabile.

TEAM CALICO
001. You remind me of a Russian doll, full of yourself. (Darienne Lake)
002. I feel like you’re being sabotaged by your inner saboteur. (RuPaul)
003. You could never have a sugar daddy because you are not that kind of girl. (Shangela Laquifa Wadley)
004. I’d like to keep it on, please. (Valentina)
005. I’m not going to panic because I don’t do that anymore. It’s going to be okay. (Katya Zamolodchikova)

TEAM MERIDIAN
001. Your tone seems very pointed right now. (Willam Belli)
002. You’re so old you’re still on MySpace.com. (Willam Belli)
003. I think about you all the time, especially in the morning. At the bus stop. (Katya Zamolodchikova)
004. I feel very attacked right now! (Laganja Estranja)
005. Don’t get bitter, just get better. (Alyssa Edwards)

TEAM FABIAN
001. Everything will work out in the end. And if it’s not working out, it’s not the end. (Bob the Drag Queen)
002. I can’t wait to see how this turns out. (RuPaul)
003. Let me ask you a very fair question: what do you do successfully? Quickly. (Bianca del Rio)
004. I pity the fool who has to go up against you. (RuPaul)
005. I tend to think emotions are for ugly people. (Willam Belli)

Completando questa missione si riceveranno 5 Voti.

ARTICOLO 5 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
1.000 PC – 5 FILL – DA 500 A 7.500 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1.000 Punti Consenso e 5 fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 7.500 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt del set qui presente (“le Beatitudini di Achille Lauro).

Il prompt scelto è liberamente interpretabile.

I. Essere è diritto di ognuno, Dio benedica chi è.
II. Godere è un obbligo, Dio benedica chi gode.
III. Il pregiudizio è una prigione, il giudizio è la condanna, Dio benedica gli incompresi.
IV. Dio benedica chi se ne frega.
V. E così sia, Dio benedica solo noi, esseri umani.

È necessario che ogni squadra filli al massimo quattro dei prompt disponibili. Se una squadra dovesse fillare tutti e cinque i prompt del set, vedrebbe i propri PC azzerati per questa missione.

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 6 (10 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
1.500 PC –  DA 1.000 A 10.000 PAROLE – MAX UN FILL A TESTA

L’articolo è approvato accumulando almeno 1.500 Punti Consenso con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 1.000 e un massimo di 10.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei canovacci qui presenti.

I canovacci possono essere ampliati ma non stravolti; ogni partecipante può presentare un solo fanwork per questa missione. È necessario che ogni squadra filli almeno tre dei prompt disponibili.

001. Protagonista anonimə, un po’ goffə, inconsapevole del suo fascino viene tiratə dentro a un mondo magico
002. Protagonista è lə presceltə per fare qualcosa, solo che ancora non lo sa
003. Società distopica strutturata in settori rigidi assegnati dalla nascita. Protagonista sovverte la situazione
004. Protagonista è la reincarnazione di altro personaggio vissuto nel passato
005. Gruppo di adolescenti chiuso in un posto dal quale non può uscire/scappare
006. Relazione forzata fra due protagonistə che si odiano, ma poi l’amore troverà la via
007. Protagonistə all’ultimo anno di studi in un’accademia per individui con talenti speciali si preparano per il ballo scolastico
008. Giovani protagonistə aristocraticə fanno il loro primo ingresso a corte, e restano invischiatə negli intrighi, nelle passioni e nei tradimenti del caso

Completando questa missione si riceveranno 10 Voti.

DISPOSIZIONI INIZIALI E FINALI
BONUS VOTI PER LA CLASSIFICA SETTIMANALE

Il numero di Voti bonus per la Disposizione Iniziale (ex Missione Globale) è 24, più 1 Voto per ogni fanwork (per un massimo di 7 voti extra) segnalato dal Gruppo Misto, formato dai non partecipanti al COWT che vogliano cimentarsi con le missioni del COWT regolarmente oppure saltuariamente.

Alle squadre saranno assegnati 16 Voti (più i Voti del Misto) in proporzione al totale dei PC segnalati, con un minimo di 6 Voti alla squadra prima classificata e di 4 per la squadra seconda classificata. Si procederà agli arrotondamenti così che ci sia almeno 1 Voto di differenza tra ciascuna squadra.

Alla squadra vincitrice di ciascuna missione (per numero di PC) sarà assegnato 1 Voto aggiuntivo (per un totale di 6 Voti).

Alla squadra che avrà segnalato il maggior numero di fanwork (tra tutte le missioni) saranno assegnati 2 Voti aggiuntivi.

Ricordate che siamo qui per ogni domanda eccetera eccetera interpretazione dei prompt fate quello che vi pare basta che non barate in bocca al lupo per questa nuova settimana!

#COWT11, QUINTA SETTIMANA – MISSIONI RIVISTE (termina sabato 13/03 alle 18:00)

Le missioni sono state aggiornate il 10 marzo alle 23:00. Tutti gli aggiornamenti sono segnati in rosso.

La Compagna Meridian cerca nuovi sostenitori! Se avete sempre avuto paura del COWT ma anche tanta curiosità, lasciate un commento a questo post e provatelo per due settimane, dal 13 al 31 marzo: non tornerete più indietro 😉

Fabian è intento a trascrivere in tabella le risultanze del collegio inter-lande che si è tenuto l’altroieri – e durante il quale i vari rappresentanti eletti da tutte le Lande che hanno manifestato interesse nel diventare parte del Comitato Unito delle Lande e delle Istituzioni hanno discusso di quelli che ritengono essere i principi basilari sui quali fondare quello che diventerà il documento unico dei diritti e dei doveri delle lande consociate, sul quale poi saranno fondati gli accordi dell’unione – quando Meridian spalanca la porta di camera sua e si trascina sul suo letto, sopra il quale lui sta peraltro lavorando, sommerso di carte e fascicoli e penne che hanno smesso di funzionare dopo che ne ha consumato interamente l’inchiostro, in uno scenario quasi post-bellico.

L’ultima volta che ha visto sua sorella è stato ieri a cena, quando l’ha trascinato in camera di zio Calico, scoprendolo a sua volta appollaiato sul proprio letto e circondato da panini al salame di kulutrek che hanno poi proceduto a dividersi quasi equamente. Zio Calico ha borbottato più e più volte prima di convincersi alla condivisione, ma alla fine le prese in giro di Meridian devono avere prevalso sulla sua stizza, perché sono rimasti tutti e tre su quel letto a mangiare e chiacchierare del C.U.L.I. fino a notte fonda.

È stato bello, ma già allora Fabian aveva notato qualcosa di strano negli occhi lucidi di sua sorella, tornata fin troppo presto dal suo incontro niente affatto segreto con Regis dietro il carretto dello zucchero filato, anche se comunque non presto abbastanza da tenere fede alla promessa di fare un giro insieme sul carosello in piazza. Avrebbe dovuto capire subito che qualcosa doveva essere andata per il verso sbagliato, ma l’atteggiamento di Meridian oggi glielo conferma.

Sua sorella si siede accanto a lui per un secondo, poi gli toglie di dosso i fascicoli che sta consultando e li spinge da parte sul letto solo per sederglisi sulle ginocchia. “Che fai?” gli chiede con la finta innocenza che spesso riserva per occasioni come questa.

Fabian sospira, chiudendo gli occhi per un secondo, cercando di controllarsi. Ha capito ormai che non potrà tenere segreto ciò che prova per sua sorella ancora a lungo, ha deciso di parlargliene, ma sono momenti come questo che lo fanno recedere dalle sue convinzioni.

Meridian non è qui perché vuole passare del tempo con lui. È qui perché evidentemente, ieri sera, Regis deve averla respinta. E lei, in astinenza di devozione come spesso si ritrova senza neanche accorgersene, è ritornata a gravitare verso di lui, l’unica persona in tutto il Polyverso che, lo sa, non le farà mai mancare la devozione che così disperatamente desidera.

“Sto… sto lavorando, Meri,” risponde con una lieve incertezza, allungandosi per recuperare le carte.

“No, no! Basta lavoro,” dice lei con una risatina giocosa, spingendole un po’ più lontano, “Lavori ininterrottamente da stamattina. Basta tabelle. Prenditi una pausa. Tanto lo sai che Calico neanche le guarda.”

Fabian aggrotta le sopracciglia e piega le labbra in un mezzo broncio, piccato. “Beh, è una fortuna, allora, che non sia Calico da solo a dover decidere. Il Parlamento apprezza le mie tabelle.”

Meridian ride ancora, chiara e cristallina. Gli si sposta in grembo, sedendosi a cavalcioni su di lui. “Anche io apprezzo le tue tabelle. Entro certi limiti.”

“Meri…” Fabian freme lievemente, nella voce un tremito che non riesce a trattenere, “Devo lavorare. Il Comitato si aspetta queste risultanze entro pochi giorni, non posso permettermi di—”

“Di?” il sorriso di sua sorella si allarga, si fa più tenero, “Di passare un po’ di tempo con me? E tutto per colpa di due tabelle. Pensavo di essere più importante, per te.”

È chiaro che sta scherzando, si dice Fabian, è chiaro che sta giocando. Non dovrebbe raccogliere la provocazione. Eppure è più forte di lui – se ripensa a ieri sera, e alla gelosia che ha provato nel vederla allontanarsi con occhi e sorriso persi in direzione di Regis, e al senso di inadeguatezza che l’ha sommerso quando lei è tornata indietro e invece di mantenere la sua promessa l’ha subito trascinato in camera di Calico per coglierlo in flagrante con quegli stupidi panini, non riesce a soprassedere.

“Dovrei dirlo io a te,” borbotta, spingendola da parte e lasciandola ricadere col sedere sul letto mentre lui si alza in piedi e si allontana.

Meridian lo segue con gli occhi, sbattendo le sopracciglia con stupore non simulato. “Fabi…?” lo chiama, scivolando a sua volta giù dal letto e seguendolo, “Che ti prende?”

“Niente.”

“Ehi,” sua sorella aggrotta le sopracciglia sottili, adesso ingiustificabilmente offesa, “Non parlarmi così! Non ti ho fatto niente.”

“Non mi hai fatto niente?!” ruggisce Fabian, voltandosi di scatto verso di lei. È vicina, troppo vicina, e il suo corpo, teso allo stremo fra il desiderio di toccarla e la paura di farlo, tra il bisogno di dirle tutto e la necessità di trattenersi, reagisce in maniera inconsulta. La afferra per le spalle e la spinge contro la parete, schiacciandola tra se stesso e il muro. “Tu mi fai sempre qualcosa. Mi fai cose ogni momento che stiamo insieme, ogni momento che ti guardo.”

Meridian trattiene il fiato e gli spalanca gli occhi addosso. Sembra vederlo per la prima volta e forse è davvero così, ed è l’enormità sconvolta dei suoi occhi di vetro a respingerlo all’improvviso. Indietreggia di un passo, poi due, lasciandola andare.

“…Fabi—”

“Scusa,” si affretta a interromperla, guardando altrove. Gli fa male il petto, gli fa male la testa, sta per esplodere. “Non so cosa mi sia passato per la testa.”

Sua sorella deglutisce a fatica e muove un passo verso di lui. Solleva una mano e si allunga per sfiorarlo. “Fabi, dimmi cosa—”

“Bambini?!” Calico spalanca la porta così forte da mandarla a sbattere contro la parete opposta, e poi si ferma sulla soglia, fissandoli con fastidio evidente. “Cosa, per tutte le veggenti passate e future, state facendo?!”

Fabian approfitta dell’interruzione per mettere ancora un po’ di spazio tra sé e sua sorella. Mentre ripensa a quello che è appena successo, a ciò che ha appena fatto, gli batte il cuore così forte che quasi gli risale in gola, mozzandogli il respiro. Prega, implora che Meridian si distragga e parli d’altro, e grazie al cielo lei lo fa, ridacchiando imbarazzata per stemperare la tensione. “Preparavamo il letto per il prossimo pic-nic,” dice, ma Calico sembra non aver tempo per lei e per i suoi giochi.

“Siamo stati convocati d’urgenza in Parlamento,” dice serio, più serio, se possibile, del solito, “È successa una cosa inaudita.”

Fabian porta lo sguardo sullo zio, preoccupato. “Di cosa stai parlando…?”

“Vuklonikor ha attaccato Ætheria,” risponde Calico seccamente, anche se dal brillio furioso dei suoi occhi è evidente che l’argomento lo turba più di quanto non vorrebbe dare a vedere, “Un attentato. La meccanica non è chiara, sembra che si sia trattato di ordigni magici… hanno causato la morte immediata di centinaia di persone nel raggio di svariati chilometri. Sono esplose tutte contemporaneamente in varie parti del centro della capitale… è stato un massacro.”

Meridian porta entrambe le mani alla bocca, spalancando gli occhi. “Ma è terribile…” commenta senza fiato.

Fabian pensa con orrore a tutte quelle persone, alle loro vite che si interrompono così all’improvviso, senza dar loro tempo neanche per un addio. “Sappiamo… sappiamo con certezza che le bombe sono state inviate da Vuklonikor?”

Calico annuisce. “Un manipolo di psicopatici rimasti lì dopo la guerra ha preso possesso dell’intera Landa, e hanno rivendicato l’attentato. Dobbiamo agire adesso.”

“Agire…?” Meridian aggrotta le sopracciglia, “Aspetta— Aspetta un secondo. Agire come?”

“Con forza e decisione, e anche con velocità!” Calico alza la voce, “Ætheria è una delle prime Lande ad aver espresso il desiderio di entrare a far parte del Comitato Unito, dobbiamo difenderla! Ho già allertato gli alti gradi dell’esercito magico, sono pronti a colpire. Un attacco mirato, non voglio inutili spargimenti di sangue, ma dobbiamo distruggere questo gruppo di terroristi, subito.”

“Calico, ma il Comitato non esiste ancora!” protesta Fabian, “Non possiamo arrogarci il diritto di muovere guerra contro una Landa esterna solo perché è governata da un gruppo di pazzi! Non saranno certo gli unici superstiti, su Vuklonikor! Dobbiamo convocare il Comitato e parlarne, e—”

“Non c’è tempo per parlarne!” Calico sbatte un pugno contro la parete, furioso, “Centinaia, forse migliaia di persone sono morte, e altrettante potrebbero morirne presto, se non facciamo qualcosa! Non voglio una carneficina, voglio solo—”

“La guerra,” Meridian lo interrompe e conclude la frase per lui, freddamente.

Calico si volta a guardarla con astio. “Non è quello che ho detto.”

“Ma è quello che otterrai. Non illuderti che l’operazione militare su Vuklonikor possa essere priva di spargimenti di sangue, non esistono operazioni militari prive di spargimenti di sangue. Sono contraria, non possiamo muoverci. Diamo aiuto ad Ætheria, ma qualsiasi azione militare contro Vuklonikor finirà in un massacro, e lo sai benissimo. Non possiamo permettercelo.”

Calico stringe con forza i pugni lungo i fianchi. I suoi occhi scintillano ed è evidente che sta pensando che nessuno di loro due è qualificato abbastanza per prendere una decisione del genere. Vorrebbe poter decidere da solo, è chiaro. Fabian non sa se sarebbe meglio o no.

“Molto bene,” dice Calico, tornando padrone di sé, “Non ci resta che una cosa da fare. Portiamo le nostre idee in Parlamento. Saranno loro a decidere in che direzione sarà meglio muoversi.”

Regolamento & FAQ – Post Settimanali – Andamento settimanale – Masterlist – Simulatore PM

Bentornata, utenza e sagranza! Vi siete scofanati adeguatamente di dolciumi e frittelle? Dopo questa settimana di “pausa” la competizione è di nuovo nel pieno della sua forza, e si torna a combattere a piene parole!

Ecco la classifica parziale:

Calico – 60 Voti
Meridian – 58 Voti
Fabian – 55 Voti

Reminder utili:

  • il regolamento lo trovate a questo link, e dovete leggerlo molto bene;
  • la composizione delle squadre la trovate a questo link;
  • le vostre chat di squadra sono su Slack;
  • la pagina per monitorare l’andamento delle squadre la troverete a questo link;
  • il form di LDF permetterà la segnalazione dei fanwork a partire dalle 23:00 di oggi;
  • la masterlist delle storie sarà aggiornata al termine di ogni settimana;
  • il contaparole ufficiale di LDF è l’unico strumento valido per misurare le vostre storie, e lo trovate a questo link.

Ma bando alle ciance e scopriamo quali sono le limitazioni, le missioni e i prompt di questa settimana!

DISCUSSIONE DELL’ORDINE DEL GIORNO
COME PROCEDERÀ LA TRAMA?

Lavori parlamentari 5/C11 alla presenza dell’ambasciatore tanitiano presso Ætheria: “Intervento delle forze di Tanit a seguito dell’aggressione terroristica di agenti stranieri della Landa di Vuklonikor.”

UMANITARIO: “Il nostro intervento umanitario non è in discussione, concederemo quanto serve ad Ætheria per riparare i danni e curare i feriti. Ma non possiamo arrogarci il diritto di muovere guerra contro un’intera Landa, causando più morte e distruzione di quanto abbiano fatto pochi elementi che forse provengono da quella Landa.” (Principessa Meridian di Tanit)

FORZA D’ASSALTO: “Che sia creata una squadra dei migliori maghi e guerrieri che Tanit può schierare, per sferrare un attacco il più possibile mirato e con il minor numero di spargimenti di sangue, ma bisogna far sì che questa volta Vuklonikor non possa più rialzare la testa.” (Calico, Sommo Priore di Tanit)

ATTESA: “Non dovremmo prendere alcuna decisione da soli. Il Parlamento di Tanit non può decidere autonomamente una spedizione; ad Ætheria concederemo tutto l’aiuto materiale che desiderano, ma prima di una qualsiasi spedizione, civile o militare, bisogna consultare il Parlamento, Ætheria, e anche tutte le altre Lande.” (Principe Fabian di Tanit)
Non essendo una decisione comunicata al popolo di Tanit, non è possibile prevederne le reazioni.

All’interno di ciascuna chat di squadra, vengono conteggiati i favorevoli, i contrari e gli astenuti, e si decide cosa vuole la maggioranza; tale decisione va comunicata entro le 18:00 del martedì all’amministratore presente in squadra.

Si terrà conto della sola scelta della squadra vincitrice della settimana.

LIMITAZIONI DELLA QUINTA SETTIMANA

FIC:  Potete sforare i limiti massimi indicati per ciascuna missione, ma l’eccedenza non sarà conteggiata per il gioco.

ARTIl limite di art è fissato a cinque per ciascun artista, con un massimo di due per le missioni M2 e M3, e tre per la missione M4. Nel campo “parole”, segnalerete i seguenti punteggi:

  1. lineart (disegno tradizionale o digitale, non sketch, ripassato nelle sue linee principali e ripulito di bozze e tratti di lavorazione): 1000 parole
  2. art colorata (disegno tradizionale o digitale, rifinito e completamente colorato, anche in sfumature di bianco e nero): 2000 parole
BONUS E TALENTI DELLA QUINTA SETTIMANA

A seguito dei ritiri avvenuti finora, i team Calico e Fabian ricevono un bonus del 5%, mentre il team Meridian un bonus del 30%. Questi bonus non sono applicati sul calcolo, ma appaiono esclusivamente nella pagina di riepilogo settimanale.

Ci riserviamo il diritto di cambiare queste percentuali all’inizio della sesta settimana.

Sono disponibili i seguenti Talenti:

NUOVI:

  • 1x Leader: +20% PC ottenuti a tutte le segnalazioni, ma può segnalare un solo fill per missione.

VINTI DURANTE LA QUARTA SETTIMANA:

  • 1x Interventista: +8% PC ottenuti a tutte le segnalazioni.
  • 2x Giurista: +3000 parole al limite massimo di parole delle missioni, senza alcun malus.

AVANZATI DALLA TERZA SETTIMANA:

  • 1x Ispirato: (solo per le squadre che non l’hanno ancora usato): +1 art settimanale.

Sono disponibili i seguenti Talenti di squadra, che vanno assegnati a un partecipante ma esclusivamente come pro-forma:

VINTI DURANTE LA QUARTA SETTIMANA:

  • 1x Orologista: sposta un Talento da un giocatore a un altro.
  • 1x Zelante: dimezza i requisiti di PC e fill di una specifica missione.

L’assegnazione dei Talenti va comunicata entro le 18:00 del martedì all’amministratore presente in squadra, e il destinatario dei Talenti deve attendere un riscontro da parte dell’amministrazione prima di segnalare. Ricordate che da quel momento il Talento scelto è permanente e dura fino alla fine del gioco: salvo altre disposizioni non vi si può rinunciare e non lo si può sostituire con altri.

Ogni Talento non usato ha una “scadenza” di due settimane: una squadra può quindi decidere di non assegnarlo subito, ma di aspettare fino al martedì della settimana prossima. Trascorso quel termine, il Talento va perduto e non si può più assegnare. In ogni caso l’assegnazione dei Talenti non è obbligatoria: si può anche decidere consapevolmente di non utilizzarli.

È previsto un bonus Rapidità: se la storia viene pubblicata entro il mercoledì, il suo valore in parole aumenta del 15%; il giovedì e il venerdì, il suo valore in parole aumenta del 10%. Il sabato non ci sono variazioni.

ARTICOLO 1 (7 VOTI)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
6 FILL –  1.234 PAROLE ESATTE

L’articolo è approvato accumulando almeno 6 fic e/o capitoli, con esattamente 1.234 parole, ispirati al prompt attacco. Il prompt può essere interpretato liberamente (non solo quindi l’attacco in senso bellico, ma in tutti i suoi possibili significati). Non sono ammesse art per questa missione e non è permesso sforare il limite.

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 2 (7 VOTi)
UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
800 PC – DA 800 a 4.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 800 Punti Consenso con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 800 e un massimo di 4.000 parole per le fic, ispirati al prompt tradimento e con rating obbligatorio SAFE. Il prompt può essere interpretato liberamente (non solo quindi il tradimento di natura amorosa/sessuale, ma di qualsiasi genere).

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 3 (7 VOTI)
 UGUALE PER TUTTE LE SQUADRE
800 PC – DA 1.500 a 8.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 800 Punti Consenso con fanwork e/o capitoli, con un minimo di 1.500 e un massimo di 8.000 parole per le fic, ispirato al monologo riportato di seguito (tutto o in parte, come minimo un verso) e con rating obbligatorio NSFW (non devono necessariamente essere fanwork di genere erotico, il rating NSFW può essere dovuto anche ad altro).

Sono il Rock ‘N Roll.
Trasgressione che entra nelle case di mezza America.
Esplicito invito a lasciarsi andare.
Una vecchia chiesa indignata per il credo dell’irriverenza.
Nuovo tempio notturno del giovane e del proibito.
È tempo di gioco.
Demonio, divinità,
Jukebox tappezzati di chiodi.
Unione rituale con gli altri
In un solo corpo danzante.
Carne che chiede carne.
Uragano nei desideri sessuali,
Scossa nel perbenismo familiare,
Promessa di piacere.
Il sacro vincolo del godimento.
Godere è un obbligo.
Dio benedica chi gode.
(Achille Lauro)

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

ARTICOLO 4 (5 VOTI)
 DIVERSA PER CIASCUNA SQUADRA
1.200 PC – 8 FILL – DA 500 A 8.000 PAROLE

L’articolo è approvato accumulando almeno 1.200 Punti Consenso e 8 fanwork e/o capitoli, con un minimo di 500 e un massimo di 8.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt dei set sorteggiati per ciascuna squadra.

È necessario ispirarsi a una parte rilevante del testo, pari a non meno di due versi consecutivi, indicati secondo il sito di riferimento. Non è consentito ispirarsi esclusivamente al titolo (ma è permesso ispirarsi a una parte rilevante del testo E al titolo); non è consentito ispirarsi esclusivamente al videoclip ufficiale (ma è permesso ispirarsi a una parte rilevante del testo E al videoclip ufficiale).

TEAM CALICO
001. Aiello – Ora
002. Annalisa – Dieci
003. Bugo – E invece sì
004. Coma_Cose – Fiamme negli occhi
005. Fasma – Parlami
006. Francesco Renga – Quando trovo te
007. Ghemon – Momento perfetto
008. La Rappresentante di Lista – Amare
009. Madame – Voce
010. Maneskin – Zitti e buoni
011. Max Gazzè – Il farmacista
012. Orietta Berti – Quando ti sei innamorato

TEAM MERIDIAN
001. Aiello – Ora
002. Arisa – Potevi fare di più
003. Bugo – E invece sì
004. Extraliscio feat. Davide Toffolo – Bianca luce nera
005. Gaia – Cuore amaro
006. Gio Evan – Arnica
007. Madame – Voce
008. Maneskin – Zitti e buoni
009. Max Gazzè – Il farmacista
010. Noemi – Glicine
011. Random – Torno a te
012. Willie Peyote – Mai dire mai (la locura)

TEAM FABIAN
001. Aiello – Ora
002. Bugo – E invece sì
003. Colapesce e Dimartino – Musica leggerissima
004. Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
005. Francesca Michielin e Fedez – Chiamami per nome
006. Fulminacci – Santa Marinella
007. Irama – La genesi del tuo colore
008. Lo Stato Sociale – Combat pop
009. Madame – Voce
010. Malika Ayane – Ti piaci così
011. Maneskin – Zitti e buoni
012. Max Gazzè – Il farmacista

È necessario che ogni squadra filli almeno sei dei prompt disponibili.

Completando questa missione si riceveranno 7 Voti.

DISPOSIZIONI INIZIALI E FINALI
BONUS VOTI PER LA CLASSIFICA SETTIMANALE

Il numero di Voti bonus per la Disposizione Iniziale (ex Missione Globale) è 8, più 1 Voto per ogni fanwork (per un massimo di 5 voti extra) segnalato dal Gruppo Misto, formato dai non partecipanti al COWT che vogliano cimentarsi con le missioni del COWT regolarmente oppure saltuariamente.

Alle squadre saranno assegnati Voti in proporzione al totale dei PC segnalati, con un minimo di 3 Voti alla squadra prima classificata e di 2 per la squadra seconda classificata.

Si procederà agli arrotondamenti così che ci sia almeno 1 Voto di differenza tra ciascuna squadra.

Ricordate che siamo qui per ogni domanda eccetera eccetera interpretazione dei prompt colcazzo ma non barate eccetera in bocca al lupo per questa nuova settimana!

#COWT11, SAGRA DEL KULUTREK, 145a edizione (termina sabato 06/03 alle 18:00)

La 145esima edizione della Sagra del Kulutrek trova Meridian particolarmente contenta di se stessa: si tratta di un’occasione festosa per tutta Tanit, che la principessa ha sempre accolto con gioia – le piacciono le sagre, la divertono, le piacciono le giostre, il cibo tradizionale, le piace far arrossire suo fratello Fabian presentandosi conciata nei modi più incredibili senza avvisarlo prima – ma la gioia che sente è particolarmente intensa questa volta, perché l’ultima settimana di lavori in Parlamento si è chiusa con un’importante vittoria, per lei: una vittoria di misura ma non per questo meno importante, specialmente perché ottenuta contro Calico, che all’interno delle sale di palazzo gode dei favori di una moltitudine di persone.

Il Parlamento ha deciso di votare favorevolmente la sua proposta per la creazione di un’unione di tutte le Lande, e a partire dalla prossima settimana si comincerà a lavorare intensamente per stipulare accordi, abbozzare linee guida e gettare le basi di un documento comune per tutti.

E non è solo la vittoria a renderla felice, ma soprattutto quelle che potrebbero essere le conseguenze dei cambiamenti che ha suggerito. Un’unione delle Lande potrebbe avere un Parlamento comune a dirigerla. Il potere potrebbe doversi spostare da Tanit verso un altro territorio più centrale, meno isolato. Tanit potrebbe diventare finalmente una Landa come tutte le altre… una Landa che non ha bisogno di una Veggente.

“Me— Meridian!” la chiama Fabian, e lei, come sempre, segue il suono della voce di suo fratello come un pianeta diligentemente segue la propria orbita per ruotare intorno alla stella che gli dona calore. Lei può essere la Stella di tutta la corte, ma Fabian è di sicuro la sua. “Come ti sei vestita?!”

Meridian guarda in basso, osservando con finto stupore il vestitino che indossa, che le lascia scoperti i fianchi e la quasi totalità delle gambe, e che invece le copre spalle e braccia lasciando solo un ritaglio a forma di cuore nella stoffa per mostrare la curva dei suoi seni piccoli e sodi. “Che c’è?” ghigna, “Non ti piace?”

“Cos—” Fabian distoglie lo sguardo, arrossendo vistosamente. Missione compiuta, come sempre. “Non— Non è un abito appropriato ad un’occasione come questa, è pieno di bambini, qui!”

“Siete bambini pure voi,” borbotta Calico, passando velocemente alle loro spalle. Invece di rispondere a Fabian, Meridian aggrotta le sopracciglia e segue lo zio con gli occhi.

“…mi sembra che si muova un po’ troppo spedito per stare facendo una passeggiata,” dice, “Che ne dici?”

“Che?” Fabian sbatte le ciglia, confuso, “Che vuoi dire?”

Meridian ride e si allunga a stringergli una mano, trascinandoselo dietro mentre corre all’inseguimento di Calico. “Vieni! Andiamo a vedere dove va!” e mentre suo fratello si lascia trasportare dal suo impeto come la sabbia dalle onde del mare, lei continua a ridere, e la sua risata tintinna gioiosa nell’aria. Si ferma all’improvviso quando si rende conto che anche Calico si è fermato, e si guarda sospettosamente intorno prima di avvicinarsi ad una bancarella in particolare. “Ma… quello è lo stand di Zende del Kulutrek! Lo stand dei panini alla salsiccia!” sbotta con stupore.

Fabian si ferma accanto a lei, osservando la scena con sincero sconcerto. “A Calico… piace la salsiccia di Kulutrek?”

“Apparentemente…” considera lei, mentre Calico estrae una quantità francamente indecorosa di denaro da una delle tasche della sua tunica e le rovescia senza cerimonie tra le mani di Zende per una quantità inconcepibile e numericamente insensata di panini pieni zeppi di salsiccia e grondanti di grasso e salse, “Wooooh zio Calico!” urla Meridian, le mani attorno alla bocca per amplificare il suono, “Finalmente abbiamo trovato un uccello che ti piace, eh?!”

Calico salta sul posto e si volta a guardarli, arrossendo furiosamente. Le fa un gestaccio – cosa quanto mai inaudita per lui – e poi fugge lontano, abbracciando i suoi panini per nasconderli agli occhi curiosi degli astanti e urlando “non sono tutti per me!!! Li dono agli affamati, anche!”, mentre Meridian si spancia dalle risate e Fabian ridacchia a bassa voce, scuotendo il capo.

“Sei pessima, Meri,” le dice piano, anche se la sua voce è venata di una dolcezza infinita, che denuncia la falsità della sua affermazione.

Lei si rimette dritta, e nel movimento scorge con la coda dell’occhio Regis che si aggira per le bancarelle, fermandosi poi di fronte al carretto dello zucchero filato. Incontrollabile, le sale l’acquolina in bocca, e pensa che ha proprio voglia di qualcosa di dolce.

Si volta verso il fratello e gli lascia un bacio tenero sulla guancia. “Adesso devo andare,” dice, “Ma vediamoci più tardi al Carosello. Voglio fare un giro insieme a te.”

Fabian ha notato i suoi occhi, sa già dove sta per andare. Cerca comunque di sorridere mentre annuisce e si rassegna al pensiero che nel giro di pochi minuti Meridian si dimenticherà del loro appuntamento. Poi la lascia andare, e la osserva allontanarsi di corsa verso Regis, afferrandolo per una mano e trascinandolo, mentre lui sorride, paziente e divertito, dietro una delle bancarelle vicine, fin quando non riesce a scorgere più nemmeno uno dei due.

Mentre abbassa lo sguardo e si allontana verso il Carosello, anche se sa perfettamente di essere largamente in anticipo per un appuntamento che potrebbe non verificarsi affatto, nella sua mente i pensieri si affollano e si accavallano confusi. Non riesce più a gestire quello che prova nei confronti di Meridian, non riesce più nemmeno a capire se sia normale o meno essere così incerto. Sa di non essere il tipo di persona che Meridian merita – una come lei, così frizzante, energica, aperta, sicura di sé, non merita al suo fianco una persona incerta e insicura. Se le dichiarasse i propri sentimenti finirebbe per frenarla, o peggio ancora per trascinarla con sé. E Regis, con la sua esperienza, i suoi sorrisi misteriosi, la sua pazienza incrollabile e quelle mani grandi e calde che così spesso Fabian ha sentito con un brivido anche su di sé, complica ulteriormente le cose.

Fermo davanti alla giostra che ruota e ruota, anche lui non riesce a smettere di ruotare insieme ai suoi pensieri. Deve dire a Meridian ciò che prova? O tacere?

Utenza e sagranza, benvenuti alla manifestazione fieristica più importante di Tanit! La Sagra del Kulutrek si tiene nel corso della trentasettesima settimana dell’anno e sfortuna ha voluto che non foste mai presenti sul pianeta in queste occasioni, ma quest’anno ricorre una felice coincidenza!

Da oggi e fino al 6 marzo, le usuali regole del COWT sono sospese, e non ci sarà bisogno di arrivare al primo posto per ottenere bonus aggiuntivi: tutte le squadre che completeranno le missioni riceveranno gli stessi premi!

Ecco la classifica parziale:

Calico – 45 Voti
Meridian – 43 Voti
Fabian – 40 Voti

Reminder utili:

  • il regolamento lo trovate a questo link, e dovete leggerlo molto bene;
  • la composizione delle squadre la trovate a questo link;
  • le vostre chat di squadra sono su Slack;
  • la pagina per monitorare l’andamento delle squadre la troverete a questo link;
  • il form di LDF permetterà la segnalazione dei fanwork a partire dalle 22:30 di oggi;
  • la masterlist delle storie sarà aggiornata al termine di ogni settimana;
  • il contaparole ufficiale di LDF è l’unico strumento valido per misurare le vostre storie, e lo trovate a questo link.

Ma bando alle ciance e scopriamo quali sono le limitazioni, le missioni e i prompt di questa settimana!

145^ SAGRA DEL KULUTREK DI TANIT
COME PROCEDERÀ LA TRAMA?

Calico, Fabian e Meridian si trovano ciascuno in un dilemma da risolvere, e che potrebbe cambiare per sempre… la propria vita. Quindi questa settimana ciascuna squadra ha da portare a casa TRE decisioni di trama.

MERIDIAN

M1) PENE D’AMORE: Meridian non si fa avanti con Regis.

“Se Regis mi respingesse, non potrei sopravvivere all’umiliazione di dover incrociare la compassione dei suoi occhi. Sarei costretta a fuggire come la nonna, e… io… non sono pronta.” (Principessa Meridian di Tanit)

M2) PENE DA AMARE: Meridian prova a sedurre apertamente Regis.

“Non esiste persona su Tanit immune alle tentazioni, e di certo non lo è Regis. Non sono sicura di voler essere una Veggente, ma di una cosa sono certa: voglio essere la dea della tentazione.” (Principessa Meridian di Tanit)

FABIAN

F1) SEGUIRE IL CUORE: Fabian decide che si dichiarerà a Meridian.

“Non c’è ostacolo che possa fermarmi dal confessare a Meridian che l’amore per me è più importante di qualsiasi trono.” (Principe Fabian di Tanit)

F2) STRINGERE IL CUORE: Per il bene di lei, Fabian decide che non si dichiarerà a Meridian.

“C’è un solo ostacolo che può fermarmi: il bene che provo per lei può essere un cappio stretto intorno alla sua gola. Non posso essere io a stringerne il nodo.” (Principe Fabian di Tanit)

CALICO

C1) RESISTERE AI PANINI: Calico non mangia i panini (okay, forse solo uno, ma molto dignitosamente).
“Quale umiliazione sarebbe per la mia figura pubblica se fossi beccato a ingozzarmi di salsiccia di Kulutrek come un qualsiasi plebeo? Il Sommo Priore ha un’immagine – e un girovita – da difendere.” (Calico, Sommo Priore di Tanit)

C2) SOPPORTARE I BAMBINI: Calico si strafoga di panini con gran divertimento di Fabian e Meridian.
“Ah, ma allora sei umano anche tu.” (Principe Fabian di Tanit)
“Oh, Cal. Ti amo così tanto quando ti ricordi di essere uno di noi. Aspetta, vado a svaligiarti tutta la bancarella dei panini, così possiamo fare picnic insieme nella tua stanza da letto. Tranquillo, mi prendo io le colpe, non lo diremo né a nonna né a papà.” (Principessa Meridian di Tanit)

All’interno di ciascuna chat di squadra, vengono conteggiati i favorevoli, i contrari e gli astenuti, e si decide cosa vuole la maggioranza; tale decisione va comunicata entro le 18:00 del martedì all’amministratore presente in squadra.

Si sommeranno le preferenze di tutte e tre le squadre.

LIMITAZIONI E BONUS DELLA SETTIMANA

FIC: Salvo che la missione non indichi diversamente, il limite minimo è fissato a 300 parole per tutte le missioni, e potete sforare i limiti massimi indicati per ciascuna missione (ma l’eccedenza non sarà conteggiata per il gioco).

Anziché un capitolo solo, è permesso un capitolo a missione (solo per questa settimana).

ART: Non c’è limite al numero di art inviabili in questa settimana. Nel campo “parole”, segnalerete i seguenti punteggi (possono essere variati nel corso del gioco se lo riterremo opportuno):

  1. lineart (disegno tradizionale o digitale, non sketch, ripassato nelle sue linee principali e ripulito di bozze e tratti di lavorazione): 1000 parole.
  2. art colorata (disegno tradizionale o digitale, rifinito e completamente colorato, anche in sfumature di bianco e nero o in palette a colori limitati): 2000 parole.

Tutti i bonus Talenti e i malus Rapidità sono sospesi fino all’inizio della quinta settimana. Entro sabato 6 marzo alle 18:00, le squadre dovranno assegnare tutti i Talenti conquistati in questa settimana.

È previsto un bonus Rapidità potenziato: se il fanwork viene pubblicato entro il mercoledì, il suo valore in parole aumenta del 20%; il giovedì e il venerdì, il suo valore in parole aumenta del 10%. Il sabato non ci sono variazioni.

STAND DEI PANINI ALLA SALSICCIA DI KULUTREK
777 PC – 7 FILL –  DA 777 A 7.777 PAROLE

È necessario accumulare almeno 777 Punti Consenso e 7 fanwork e/o capitoli, con un minimo di 777 e un massimo di 7.777 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt qui elencati.

001. Accidia
002. Avarizia
003. Gola
004. Invidia
005. Ira
006. Lussuria
007. Superbia

I prompt vanno intesi in senso letterale (quindi: uno o più personaggi deve/devono peccare dal peccato capitale scelto). Ciascun prompt dovrà altresì essere fillato almeno una volta da ciascuna squadra.

In cambio il proprietario dello Stand dei panini alla salsiccia di Kulutrek offrirà 7 Voti aggiuntivi (la lobby della salsiccia è molto potente su Tanit).

IL VENDITORE DI FRITTELLE
500 PC – DA 1.000 A 5.000 PAROLE

È necessario accumulare almeno 500 Punti Consenso, con un minimo di 1.000 e un massimo di 5.000 parole per le fic e i capitoli. All’interno del fanwork deve esserci qualcuno che cucina e deve essere inclusa una ricetta. Non c’è un numero minimo di fill da raggiungere.

La ricetta dev’essere un’autentica ricetta di cucina (es. non potete usare ricette di pozioni, o brodi di ossa di cadaveri, o altri tentativi fantasiosi pur di riuscire a non scrivere una effettiva effettiva ricetta di cucina), che porti come risultato a un piatto effettivo. Potete usare ricette esistenti (creditate la fonte!).

In cambio il Venditore di Frittelle offrirà 2 Talenti Giurista (+3000 parole al limite massimo delle missioni, senza alcun malus) alla vostra squadra.

CARRETTO DELLO ZUCCHERO FILATO
800 PC – 8 FILL –  DA 300 A 5.000 PAROLE

È necessario accumulare almeno 800 Punti Consenso e 8 fanwork e/o capitoli, con un massimo di 5.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt qui elencati.

001. Qualcosa di dolce
002. Qualcosa di leggero
003. Qualcosa di appiccicoso
004. Qualcosa di color pastello

I prompt vanno intesi in senso letterale (quindi: ci deve essere un effettivo oggetto e questo oggetto deve effettivamente essere dolce/leggero/eccetera). Sì, lo zucchero filato risponde a tutti e quattro i prompt. Ciascun prompt dovrà altresì essere fillato almeno due volte da ciascuna squadra.

In cambio la signora del Carretto dello zucchero filato offrirà 5 Voti aggiuntivi (ha dodici figli e trentacinque nipoti).

TEAROOM ITINERANTE DI MADAME ZELMIRA
400 PC – 7 FILL –  DA 300 A 2500 PAROLE

È necessario accumulare almeno 400 Punti Consenso e 7 fanwork e/o capitoli, con un massimo di 2.500 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno dei prompt qui elencati (autentici biscotti della fortuna). Ciascun partecipante può fillare una sola volta  questa missione, ma i prompt non devono essere fillati tutti.

001. People are naturally attracted to you.
002. You learn from your mistakes. You will learn a lot today.
003. If you have something good in your life, don’t let it go.
004. Your shoes will make you happy today.
005. The man or woman you desire feels the same about you.
006. A dream you have will come true.
007. You already know the answer to the questions lingering inside your head.
008. The love of your life is stepping into your planet this summer.
009. A short stranger will soon enter your life with blessings to share.
010. Now is the time to try something new.
011. A new voyage will fill your life with untold memories.
012. You will be called in to fulfill a position of high honor and responsibility.

In cambio Madame Zelmira offrirà 3 Voti aggiuntivi e 1 Talento Orologista (sposta un Talento già assegnato a un altro partecipante). Oh, e vi leggerà le carte e le foglie di tè.

BANCO DEI PESCI ROSSI
30 FILL –  100, 200 o 300 PAROLE

È necessario accumulare almeno 30 fic complete da esattamente 100, 200 o 300 parole, ispirate al prompt luna park. Art e capitoli non sono ammessi per questa missione.

Luna park può essere inteso in qualsiasi senso (proprio o figurato) o anche come ambientazione.

In cambio riceverete un Goldfish portafortuna, che potenzia tutti i talenti Interventista (presenti e futuri) dal 4% all’8%.

IL LABIRINTO DEI PERFIDI MAGHI
370 PC – DA 300 A 7.400 PAROLE

È necessario accumulare almeno 370 PC con fic complete con un massimo di 7.400 parole, ispirate al prompt labirinto. Art e capitoli non sono ammessi per questa missione. Non c’è un numero minimo di fill da raggiungere.

Il wordcount di ciascuna fic deve essere multiplo di 37 (la divisione tra il vostro wordcount e 37 deve avere un risultato intero e resto zero).

In cambio al centro del Labirinto troverete il tesoro dei perfidi maghi, un Talento Interventista (potenzia i PC ottenuti del 4%).

IL TIRO A SEGNO
800 PC – 4 FILL –  DA 300 A 8.000 PAROLE

È necessario accumulare almeno 800 Punti Consenso e 4 fanwork e/o capitoli, con un massimo TASSATIVO E NON SUPERABILE di 8.000 parole per le fic, ispirati ciascuno a uno o più dei prompt qui elencati.

Il calcolo dei PC per questa missione non dipenderà dalla lunghezza bensì dal numero di prompt usati: ogni fanwork vale [40 x numero di prompt usati] PC. Ci appelliamo al buonsenso dei giocatori affinché ciascun prompt sia opportunamente usato e non una mera menzione/raffigurazione.

Ciascun partecipante può fillare una sola volta  questa missione, ma i prompt non devono essere fillati tutti.

001. Benzina
002. Caduta libera
003. Fantasma
004. Generale
005. Gloria
006. Iguana
007. Insonnia
008. Mezze verità
009. Ninna nanna
010. Ossessione
011. Overdose
012. Paranoia
013. Rabbia
014. Sentiero sterrato
015. Tramonto
016. Ultima parola
017. Umore nero
018. Uragano
019. Verde d’invidia
020. Zaffiro

Vincendo il Tiro a Segno la squadra riceve un Talento Zelante (dimezza i requisiti di fill e PC di una missione a scelta, ogni settimana).

CONCORSO DI BELLEZZA “TANIT’S FINEST”
SOLO ART A COLORI

Ciascuna squadra può presentare fino a tre art a colori ispirate al prompt Circus Extravaganza, raffigurante una persona umana (siamo su Tanit, sono tutti umani ancorché magici) di qualunque genere, con un outfit ispirato al tema assegnato. In caso vengano presentate più di tre art da una squadra, l’amministrazione si riserva di selezionare le tre presentate prima in ordine cronologico, qualora la squadra non decida diversamente.

Ciascun artista può presentare una sola art.

L’amministrazione (Fae, Liz, MrBalkanophile, Will, Juls, + Tabata per avere un numero pari di admin da ciascuna squadra) ridurrà le art presentate in modo da avere un numero uguale di partecipanti per ogni squadra, e le sottoporrà al giudizio di tutta l’utenza di LDF nel corso della quinta settimana, con il seguente peso:

  • amministrazione: 50% (gli admin possono votare solo per art non della propria squadra)
  • partecipanti al COWT: 30% (i partecipanti possono votare solo per art non della propria squadra)
  • taverna non partecipante al COWT: 20%.

Si terrà conto sia della bellezza del disegno sia dell’aderenza al tema.

L’autore o l’autrice del disegno migliore si aggiudicherà per le due settimane rimanenti del COWT un Talento Miss/Mister Tanit, che vale un bonus del 50% a tutte le segnalazioni.

Ricordate che siamo qui per ogni domanda eccetera eccetera per le robe necromantiche se proprio dovete felice Sagra a tutti!

#COWT11, TERZA SETTIMANA (termina sabato 27/02 alle 18:00)

Meridian è sul divano, la schiena sulla seduta, la testa pendente – i lunghi capelli, oggi sciolti, che si raccolgono sul pavimento in una matassa di oro pallido – e le gambe accavallate sullo schienale. La gonnella dell’abitino di tulle impalpabile che indossa le è scivolata su lungo le cosce ben tornite, lasciandole scoperte. I muscoli delle sue gambe lunghissime si contraggono e si rilassano mentre le lascia oscillare nervosamente, gli occhi di vetro trasparente fissi sulle pagine del libro che tiene sollevato a quasi un metro dal viso.

“Non riuscirai mai ad assimilare alcun concetto da quelle pagine, se non smetti di leggerle al contrario, mia Stella,” le fa notare Regis, il suo tutore, con un sorriso divertito sulle labbra sottili. “Sempre che tu ti sia resa conto di aver tenuto il libro al contrario fino ad ora, s’intende.”

“Che…?” Meridian aggrotta le sopracciglia, focalizzando il libro per la prima volta da quando l’ha preso in mano. Poi sbuffa e lo mette giù, scivolando giù dal divano con una capriola all’indietro. Mentre il vestito si solleva del tutto nel movimento, mostrando le sue mutandine, Regis dirotta accuratamente lo sguardo, tornando a voltarsi verso di lei solo una volta che si rimette in piedi. “Tanto a che serve studiare?” sbuffa la ragazza, avanzando a grandi ma lente falcate verso di lui, “A Calico non interessano le mie idee. Perfino Fabian le trova stupide. Il parlamento mi ignora del tutto – improvvisamente, solo perché l’ultima Veggente è un uomo, sembra che solo le idee degli uomini siano degne di essere ascoltate.”

“Non dire così, stellina,” ride lui, divertito dal suo broncio, “Forse hai solo bisogno di concentrarti di più su ciò che proponi. Prova a formalizzare le tue richieste ragionevolmente e sono sicuro che sia tuo fratello sia il Sommo Priore saranno più che entusiasti di–“

“Regis, per favore,” sbuffa ancora lei, “Cosa c’era di irrazionale nel volere aiutare le lande come da loro richiesta? Che abbiano bisogno di un aiuto è indubbio! Che molte ad oggi non si siano ancora riprese è un fatto! Mentre Tanit prospera indisturbata!”

“Attenta a ciò che dici,” Regis le sorride teneramente, “La prosperità della tua Landa è la tua prosperità, principessa. Io non me ne lamenterei.”

“Non mi sto lamentando!” Meridian alza la voce, e poi geme, lasciandosi cadere seduta sulle ginocchia dell’uomo. “Nemmeno tu mi prendi sul serio,” sospira, lasciando camminare due dita su per il petto di Regis, seguendo la linea della scollatura della camicia di lino bianco che indossa sotto l’ampia casacca smanicata verdeoro, “Mi starebbe anche bene, se solo mi prendessi e basta.”

“Principessa…” Regis sorride paziente, stringendo con delicatezza le dita attorno al polso di Meridian, per fermare quella manina affusolata in lenta ascesa verso il suo collo, “Io ti prendo già sul serio. E così faranno Fabian e Calico, se tu per prima comincerai a farlo.”

“E con questo cosa vorresti dire?” dice Meridian, lanciandogli uno sguardo vagamente offeso.

Regis sorride e la sospinge gentilmente per farla alzare nuovamente in piedi. “Ad esempio, so che entrambi sono in riunione, in questo momento. Stanno studiando la documentazione delle Lande che hanno richiesto sovvenzioni da Tanit, come voluto da tuo fratello. Ritengo che sarebbe il caso di far sentire la tua presenza, principessa. Credo abbiano estremo bisogno di te.”

*

“Calico, questi fondi non sono sufficienti.”

“Ho provato svariate volte a farti capire che le casse di Tanit non erano in grado di sobbarcarsi il peso di tutte queste richieste, Fabian, non è colpa mia se adesso improvvisamente te ne rendi conto.”

“Non mi rendo conto di niente, perché questo non è tutto quello che abbiamo nelle casse di stato! Non è neanche il cinquanta percento di quello che possediamo!”

“No, è precisamente il trenta percento. Vorresti riservare più del trenta percento delle nostre ricchezze alla sovvenzione passiva di Lande che niente hanno a che vedere con Tanit, se non per il buon cuore di mio fratello? Hai anche solo la più vaga idea di quanto denaro serva per mantenere questo palazzo, questa città e questa Landa in generale?”

“Calico, le mie tabelle mostrano chiaramente che–“

“Me ne infischio delle tue tabelle!”

“Mi allontano due secondi e vi ritrovo a battibeccare come galletti,” ride Meridian, facendo il suo ingresso all’interno della sala delle riunioni. Il sorriso brillante che le increspa le labbra è ipnotico, e Fabian, nel vederlo, si zittisce immediatamente. “Calico, piantala di fare il tirchio. Nessuno ti chiede di costringere la corte a vivere nella povertà, ma sai benissimo che possiamo permetterci molto più dei fondi che stai allocando. Aumenta la somma a disposizione delle tabelline di Fabian.”

“Ma–“

“Non costringermi a parlarne con papà,” taglia corto lei con un sorriso abbagliante.

Calico aggrotta le sopracciglia e china il capo in un movimento rigido. “Come desideri, principessa,” borbotta.

Meridian sorride ancora e si siede sul tavolo, accavallando le lunghe gambe con disinvoltura. Fabian distoglie lo sguardo e deglutisce, Calico rotea gli occhi. Lei ride, divertita. “Ho un’idea sensazionale. Questa cosa delle sovvenzioni non ha nessun senso, non così come l’abbiamo decisa la settimana scorsa. Dobbiamo fare di più e di meglio. Quello che ci serve è l’Unione di tutte le Lande.”

Fabian torna a guardare sua sorella, stupito dalla sua proposta. “Che cosa intendi…?”

“Un’alleanza fra tutte le Lande del Polyverso, un’unione paritaria. È il momento di lasciarci alle spalle questa convinzione infondata di essere più potenti degli altri solo perché sul trono di questa Landa posa le regali chiappe una Veggente, chiunque sia! Ci sono Lande molto più potenti della nostra, là fuori, non meritiamo di governarle tutte, o di fare la parte del leone, sempre, arbitrariamente! Creiamo qualcosa di grande, qualcosa che ci unisca tutti sotto lo stesso vessillo, ed allora non ci sarà più bisogno di concedere aiuti a nessun altro, perché ogni risorsa verrà divisa equamente, per le possibilità di tutti e a seconda dei bisogno di tutti!”

“Meri,” Fabian esita, ma scuote il capo, un ciuffo di capelli biondi che gli ondeggia sulla fronte, “Adesso non facciamo il passo più lungo della gamba. Queste Lande hanno chiesto aiuto. Noi daremo loro aiuto. Nessuno ha mai chiesto di diventare una federazione.”

“Perché nessuno lo crede possibile!”

“E forse non dovrebbe esserlo!” insiste Fabian. È la prima volta che gli capita di contrastare così aspramente sua sorella, o di contrastarla in generale. Non sa come si sente a riguardo. In subbuglio descrive parzialmente la sensazione, suppone. “Meridian, c’è un motivo per il quale Tanit si arroga il diritto di decidere delle altre Lande. Il ruolo della Veggente è importante, non sminuirlo come hai fatto prima. Sono sicuro che anche Calico–“

“In realtà,” il Sommo Priore inclina il capo mentre si gratta pensosamente il mento, gli occhi ridotti a due strisce sottili color del ghiaccio, “Vedo del valore nella tua proposta. Certo, non come la formuli tu. Cuori, sole e fiorellini per tutti, irrealistico, come sempre. Ma… c’è qualcosa di interessante nella creazione di qualcosa che possa governare non soltanto una Landa ma tutte le Lande insieme. Un organo al di sopra delle parti, un consiglio di persone elette solo dalle più brillanti menti di ogni Landa, s’intende… presieduto da una figura di indubbio spessore… quale potrei naturalmente essere io. Sì… potrebbe chiamarsi Consesso Unito delle Lande e delle Istituzioni.”

Meridian inarca un sopracciglio. “Il C. U. L. I.?” domanda, mentre Fabian, a dispetto della tensione di poco prima, soffoca dalle risate al suo fianco.

“Ma cosa– bambini!” sbotta Calico, incrociando le braccia sul petto, “Meridian, ogni volta che apri bocca per dire qualcosa di intelligente devi poi necessariamente compensare con qualcosa di assolutamente ridicolo, vero? Fabian, piantala di ridere come un cretino.” Il Sommo Priore scuote il capo, mentre i capelli raccolti sulla sua testa ondeggiano lentamente. “Direi che abbiamo una proposta da portare in Parlamento. Vi faccio strada.”

Leggi tutto “#COWT11, TERZA SETTIMANA (termina sabato 27/02 alle 18:00)”

#COWT11, SECONDA SETTIMANA (termina sabato 20/02 alle 18:00)

Dopo una settimana di frenetica preparazione, a seguito del voto favorevole unanime dell’intero parlamento, l’intera corte del Palazzo d’Estate si è riunita nel Giardino di Vetro, sul fianco della collina sulla quale dolcemente il palazzo riposa, per celebrare le nozze della triade reale. Gli abiti, tutti nei colori tradizionali di Tanit – panni in vari tessuti sovrapposti nei toni del nero, impreziositi da fili d’oro direttamente cuciti nella fibra con l’utilizzo della tradizionale tecnica di ricamo di Tanit detta del punto a fiore – erano sfarzosi ed eleganti, e le decorazioni del giardino, dei corridoi e delle sale hanno lasciato gli invitati senza parole.

Celes, commosso, di fronte all’intera corte, alla sua famiglia e al Sommo Priore Calico, suo fratello, ha giurato fedeltà ai suoi due compagni, Shannen e Langley, sancendo una volta per tutte la loro unione di fronte alla legge. “Vi accolgo nella mia casa come vi ho accolti nel mio cuore,” ha detto, aggiungendo alla formula rituale anche poche parole scritte di suo pugno, “La mia vita è ormai da tempo la vostra vita, la mia corona la vostra. Sulle vostre spalle distribuisco il peso che grava anche sulle mie. Nei vostri occhi nascondo l’eccesso di gioia che trabocca dai miei. Ciò che l’amore ha unito la legge non può dividere. Ciò che la legge adesso unisce, la vita non può corrompere. E quando sarà la vita a cercare di separarci, ancora una volta sarà l’amore a ricongiungerci.”

La cerimonia è stata splendida. Langley, visibilmente commosso, non ha lasciato per un secondo il fianco di Celes, e perfino Shannen, nonostante il solito atteggiamento apparentemente distaccato, più di una volta non è riuscito a trattenersi, e ha allungato entrambe le mani per stringere quelle dei suoi compagni.

L’intensità della cerimonia ha poi lasciato posto all’ilarità dei festeggiamenti. I testimoni si sono avvicendati uno dietro l’altro, alzando i calici per brindisi accompagnati da discorsi sempre più strampalati man mano che la quantità di alcool ingerita dei presenti si alzava, bicchiere dopo bicchiere. Tutti i presenti sono scoppiati a ridere quando la Fata della Vita Abilene, nel tentativo di augurare agli sposi ogni gioia, si è messa invece a piangere. Per poi commuoversi a loro volta quando Manila, trovandosi improvvisamente incapace di proferire parola, si è limitata a sorridere e stringere suo figlio e i suoi sposi in un abbraccio carico di emozione e tenerezza.

Fabian osserva gli strascichi della festa dipanarsi di fronte ai suoi occhi. Sorride appena, anche se la giornata dedicata alla celebrazione dell’amore impossibile dei suoi genitori gli ha lasciato addosso una strana malinconia che non gli dà pace, e della quale non riesce a comprendere l’origine.

“Da qualche tempo, ogni volta che non so dove trovarti penso sempre a quale sarebbe un posto perfetto per nascondermi quando sono triste, e finisco sempre per trovarti lì,” sussurra Meridian, avvicinandosi a lui un passo dopo l’altro, “Sto cominciando a preoccuparmi.”

“No… non devi,” replica lui, distogliendo lo sguardo dal volto onesto e dal sorriso aperto e sincero di sua sorella. Stiracchia sulle proprie labbra un sorriso incerto nel tentativo di compensare, ma Meridian gli legge attraverso.

“Fabi,” sospira lei, rifiutandosi di utilizzare per lui il soprannome reale, “Sei arrabbiato con me?”

“No!” lui torna immediatamente a guardarla, sconvolto dal fatto che lei possa anche solo domandarsi una cosa del genere, “Mai!”

“E allora perché mi eviti?” Meridian gli si avvicina, e come sempre lui sente la temperatura salire. Le reazioni del suo corpo alla vicinanza di sua sorella lo spaventano. “Eravamo così uniti, prima, e adesso—”

“Bambini,” Calico la interrompe, apparendo di fianco a loro, “Eccovi qui. Vi siete divertiti abbastanza, per oggi?”

Meridian rotea gli occhi, le mani sui fianchi che scompaiono fra gli sbuffi dell’ampio vestito dorato che indossa. “Cal, puoi lasciarci in pace? Stavamo parlando.”

“E adesso non avete più tempo per farlo. Ve l’ho già detto: giocate con i bimbi grandi, adesso, è un gioco che ha regole diverse rispetto a quelle del giardino d’infanzia. Coraggio, ci aspettano in Parlamento.”

*

La richiesta, uniformemente formulata da tutte le Lande coinvolte anni or sono nel disastro che seguì la venuta al mondo di Celestia, giunge al Parlamento di Tanit per bocca di una rappresentanza composta da persone di ogni ceto sociale, per sottolineare il fatto che si tratta di una richiesta avanzata dalle popolazioni nel loro insieme e non solo da alcune fazioni.

La ripresa è dura e lenta, soprattutto dal punto di vista economico e produttivo. Ciò che è accaduto alle Lande ne ha alterato gli equilibri talvolta in maniera così drammatica che perfino la cura somministrata a suo tempo da Celes non è stata sufficiente ad aiutare tutte le popolazioni a ripartire. Più o meno in tutte le Lande ci sono ancora territori che fanno fatica a ritrovare il benessere, e ciò che queste persone chiedono, adesso, è un aiuto.

“L’ennesimo,” commenta Calico con severità, “E non possiamo permettercelo. Tanit ha già fatto abbastanza, per il Polyverso.”

“Sì,” Meridian aggrotta le sopracciglia, le labbra di pesca arricciate in una smorfia carica di disappunto, “Distruggerlo! Ecco cosa ha fatto.”

“Ragazzina irrispettosa,” quasi ringhia Calico, “Non parlare di ciò che non hai visto e, apparentemente, neanche studiato. Parlerò personalmente con il tuo tutore, la tua ignoranza va corretta. E presto, anche.”

“Ti assicuro che Regis mi ha insegnato tutto ciò che dovevo sapere,” insiste Meridian, voce, spirito e occhi ardenti, “E anche qualcosa in più, probabilmente. Ma a prescindere da questo, quello che so o non so non cambia in alcun modo il bisogno di queste persone. Dietro di loro ci sono bambini, anziani, famiglie in difficoltà! Non possiamo voltare loro le spalle!”

Dobbiamo farlo!” ribadisce Calico, “Non possiamo caricarci sulle spalle il peso di tutta la povertà del Polyverso, Meridian! La povertà esisterà sempre, e la tesoreria di Tanit non può sostenerla tutta, specialmente non dopo quanto abbiamo speso per questo matrimonio!”

“Quindi li lasceremo morire di fame? È questo quello che vuoi?!”

“Meridian…” Fabian interviene con un filo di voce, terrorizzato all’idea di deluderla eppure sentendo in cuor proprio di non poter fare a meno di esporre la sua idea, “Non… Non possiamo aiutare tutti indiscriminatamente, ma possiamo cercare di fare il possibile. Chiediamo a questa gente di farci delle richieste ufficiali, una per ogni Landa. Potrebbero— Potrebbero specificare di quanto denaro hanno bisogno, e come intendono spenderlo. E i più meritevoli—”

“E come giudicherai i più meritevoli, Fabian?” ruggisce lei, i capelli che le piovono sul viso in onde selvagge. Sembra una leonessa. Fabian la teme, e allo stesso tempo la desidera.

“Io…” Fabian deglutisce. Insiste a testa bassa. “…posso preparare delle tabelle. Inserirò i dati che mi forniranno e calcolerò—”

“Parlate tutti e due con leggerezza di denaro che nemmeno possedete!” si solleva la voce imperiosa di Calico, “Siete troppo giovani per questo mestiere, ho cercato di dirlo a Celes, ma lui non mi ascolta, come sempre si rifiuta! E questo è il risultato!”

“Vi si sente litigare fin dalla sala da pranzo,” dice Celes con freddezza inusuale. I tre giovani si voltano a guardarlo, trovandolo in piedi sulla porta. I suoi occhi, quello più chiaro di un acciaio profondo, quello più scuro intenso e grave, li scrutano con severità. “Ricordate chi siete, e il decoro con il quale dovreste comportarvi. Se non riuscite a trovare un punto di accordo, affidatevi alla legge. Portate la vostra voce di fronte ai membri del Parlamento. Non dovrei essere certo io a insegnarvelo.”

Ed è quello che fanno.

Leggi tutto “#COWT11, SECONDA SETTIMANA (termina sabato 20/02 alle 18:00)”