#COWT8 – the Clash Of the Writing Titans: TAKE 8 – Iscrizioni

Langley si sveglia per primo, come sempre, e non tarda ad individuare la snella figura di Celes nei pressi della balaustra sul terrazzo. La luce della luna esalta il pallore della sua pelle, e la notte incornicia le sue forme longilinee con la sicurezza di un tratto a china, rendendolo bello in modo quasi inquietante, come una creatura leggendaria.

La storia continua cliccando qui

Si solleva dal letto, lasciandosi alle spalle il respiro regolare di Shannen, che dorme ancora e, se Langley lo conosce bene – e lo conosce bene – continuerà a farlo indisturbato per almeno altre sei ore.

Celes sta già sorridendo, quando Langley lo raggiunge alle spalle. Langley non può vedere la curva deliziosa del suo sorriso di pesca, ma la immagina, la intuisce nello sbuffo divertito che Celes si lascia sfuggire, e lo stringe alla vita, lasciandogli un bacio sulla spalla nuda.

“Emozionato per domani?”

“Non particolarmente,” Celes si rigira tra le sue braccia, adagiandosi senza la minima grazia fra il suo corpo e il sostegno di marmo della balaustra, “Mi piace cambiare le tradizioni. E poi non si può sempre festeggiare tutto con una guerra. Queste sono le celebrazioni per la mia incoronazione e per la salvezza di mia madre, e io desidero che siano un gioco, non una battaglia sanguinosa. Quattro squadre, un premio in palio, una competizione amichevole. Una cosa tranquilla, tanto per cambiare.”

“Tuo zio avrà una crisi isterica,” Langley sghignazza, estatico all’idea di osservare il Sommo Priore Lacros perdere ogni senso della misura e cominciare a lanciare in aria le fette biscottate imburrate al grido di le leggi e le tradizioni vanno rispettate.

“Ho già parlato con zio Lacros,” Celes sorride tranquillo, “Ha accettato la mia decisione.”

“Sì, così dice, ma secondo me una parte di lui spera ancora che tu cambi idea.”

“Be’, non avverrà,” Celes continua a sorridere mentre, ancora una volta, si rigira tra le sue braccia. Si appoggia in avanti, alla balaustra, e Langley non può fare a meno di notare la piacevole morbidezza dei suoi fianchi quando, nel movimento, glieli preme contro. “Ho un buon presentimento.”

“Sì?” si china su di lui, sfiorandogli il collo con le labbra, “E allora perché ti trovo qui, insonne, nel bel mezzo della notte?”

“I nervi non c’entrano,” Celes ride, e la sua risata riecheggia nella notte come un campanellino, “È solo che mi sembrava che qualcuno mi stesse chiamando.”

Langley aggrotta le sopracciglia, vagamente preoccupato. “In che senso “ti stavano chiamando”?”

“Non lo so,” Celes ride ancora, chiaramente di buon umore, “Non preoccuparti, è passata adesso. Dev’essere stata un’impressione. Piuttosto,” e si volta a guardarlo con occhi brillanti, un sorriso sornione a increspargli le labbra, “Soriana stava giusto lamentandosi, qualche giorno fa, della tragica assenza di scandali di corte con cui intrattenere il popolo. Sembra che gli ascolti della televisione di stato stiano colando a picco.”

Stupito dal repentino cambio di discorso, Langley lo fissa con aria incerta per qualche secondo, e poi scoppia a ridere, stringendolo alla vita. “Ah, sì? Non possiamo permetterlo. Anche se, da questa distanza, dubito che Soriana sarà in grado di vedere qualcosa.”

“Questo,” gli soffia Celes sulle labbra, “Non è un mio problema.”

 

 
UTENZA! LURKANZA! Siete sopravvissuti alle vacanze natalizie, al freddo intenso, alla neve e alle abboffate? Siete pronti a essere nuovamente fagocitati dalla triste routine quotidiana, casa, scuola, lavoro, chiesa devota alla Santa Madre dei Frustini e delle Tutine in PVC e poi di corsa a letto che l’indomani mattina si deve ricominciare? Ebbene, è giunto il momento di mettere tutto ciò da parte (tranne la vostra devozione alla Santa Madre, quella, come ben sapete, non si mette da parte mai, altrimenti cilicio e croce di Sant’Andrea), perché IL COW-T È TORNATO!

Ebbene sì, anche quest’anno la sfida a squadre più attesa di tutte le Lande torna fra voi, pronta a regalarvi otto settimane di isterie, litigi col vostro partner se sta in una squadra avversaria, corse sfrenate a postare mattoni di 126mila pagine alle 23.59 dell’ultimo giorno utile e sfide all’ultimo prompt. Ed anche quest’anno, come ogni anno, giocherete in compagnia di Celes, il nostro adorato Veggente, di sua madre Manila, ormai Regina Madre di Tanit, di un manipolo di personaggi nuovi e di una caterva di vecchi amici che speriamo vi faccia piacere ritrovare nelle intro dei post settimanali.

Leggi tutto “#COWT8 – the Clash Of the Writing Titans: TAKE 8 – Iscrizioni”